Art.64a — Applicazione delle equazioni di Maxwell alle onde gravitazionali, calcolo teorico del campo unificato — Antonio Dirita

Art.64a — Applicazione delle equazioni di Maxwell alle onde gravitazionali, calcolo teorico del campo unificato — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

Nell’  Art.64        abbiamo ricavato l’espressione teorica del campo magnetico generato da una massa in moto  nello spazio rotante  Ks2
su un’orbita con eccentricità  e , formata da una componente continua di valore costante, associata al moto equilibrato sull’orbita
circolare minima ed una sinusoidale di frequenza uguale a quella orbitale , dovuta alla perturbazione espressa dall’eccentricità
dell’orbita :


 si ha quindi :       
La componente variabile nel tempo, associata al campo elettromagnetico generato, sarà :
     
In condizioni di equilibrio, con  e = 0 , si ha un campo magnetico costante e non si genera nessuna forma d’onda.

E’ da notare la totale assenza di grandezze legate alla carica elettrica, in accordo con la natura giroscopica del campo magnetico (  Art.21  ).
Questa relazione è di validità assolutamente generale e si applica quindi al nucleo atomico come ai sistemi galattici 
e descrive analiticamente  onde magnetiche e gravitazionali .

Abbiamo visto (  Art.20  ) che questa perturbazione, si propaga nello spazio circostante come onda variabile sia nel tempo che nello spazio,
secondo la :

derivando rispetto a t e rispetto a r , si ottiene :

Il campo magnetico variabile propagandosi (sempre per ripristinare la condizione di equilibrio) genera sulle masse circostanti una forza
perpendicolare al piano individuato dalla direzione di  e la velocità velocità di propagazione.

E’ stata fatta la scelta arbitraria “ di descrivere questa forza con le cariche elettriche, dunque attraverso il campo
elettrico ed
è nata così l’onda elettromagnetica.

Avremmo potuto usare l’espressione della forza universale  (  Art.18 )  ed avremmo così parlato di  onda universale “.

4
——————————————————————————————————————————————————————————————————
Utilizzando le equazioni di Maxwell si ricava :

e quindi si può considerare il campo elettrico :
       
Si noti che, esprimendo la forza  Feq  con la legge di Coulomb, si ottengono i “campi elettromagnetici classici”.
Esprimendola con la legge della gravitazione di Newton, si ottengono i ” campi gravimagnetici “, che possiamo indicare come
“onde gravitazionali”.
Infine, esprimendo la forza d’interazione Feq con l’espressione della forza unificata :      
si ottiene l’espressione dei ” campi unificati “.

Essendo la simbologia dei campi elettromagnetici quella più diffusa, per una più facile esposizione, quando è possibile, verrà
sempre usata.

Quando si conosce il valore del campo magnetico  Beq  associato alla massa solare, che possiamo indicare con Bs , come accade per
esempio nel caso dei pianeti del sistema Solare, si può utilizzare l’espressione del campo per ricavare il valore della massa che può
orbitare in equilibrio ad una data distanza. Con qualche semplice sostituzione nell’espressione del campo magnetico, si ottiene :

per esempio, per la Terra si ricava :
    
coincidente, con buona approssimazione, con la massa della Luna fornita dall’osservazione astronomica

m = 7.348 x 1022 kg .

Questo calcolo conferma che il sistema Terra-Luna è equilibrato e che la Terra non è in
grado di sostenere in orbita altre masse.

Ricordando che l’energia elettromagnetica associata al volume unitario vale :
      
sostituendo l’espressione del campo magnetico, si ottiene :
   
ricordando ancora che :     μ₀ = 4 ⋅ π ⋅10⁻⁷ , si può scrivere :
   
5
——————————————————————————————————————————————————————————————————
che si propaga con il campo :
       
Da queste relazioni vediamo che sia il valore del campo magnetico che della energia associata, aumentano con il diminuire della lunghezza
d’onda, per cui si ha la tendenza a produrre generatori di tensione aventi frequenze sempre più elevate.
Essi sono però necessariamente oscillatori materiali e come tali avranno una frequenza di oscillazione di gran lunga minore di quelle che
caratterizzano il moto degli elettroni negli atomi.
Valori limiti dei generatori sono dell’ordine di 500⋅10⁹ Hz , mentre negli atomi l’ordine di grandezza minino è di 2⋅ 10¹³ Hz .
Nella produzione di campi elettromagnetici mediante l’impiego di generatori di tensione si ha dunque un vuoto tra i valori 
10¹³ Hz  e  10¹¹ Hz .
Nella realà l’energia irradiata dall’elettrone che si muove su un’orbita ellittica è estremamente ridotta, per cui la reale produzione di campi
elettromagnetici si ha solo con generatori fino al limite di frequenza che abbiamo indicato.
Per quanto riguarda la produzione di frequenze basse, dal solo punto di vista teorico non si pongono limiti, tuttavia per problemi costruttivi
e per la loro scarsa utilità pratica non si scende al di sotto di frazioni di Hz.
“Onde di frequenza molto bassa” sono invece quelle gravitazionali, generate dalle masse planetarie
che si muovono
su orbite ellittiche.
Se consideriamo, per esempio il sistema Solare, il contributo di frequenza più elevata, al campo elettromagnetico generato dal Sole, viene
fornito dal pianeta Mercurio, che presenta le seguenti caratteristiche :

mM = 3.302⋅10²³ Kg   ;    ReqM = 57.909176 Km   ;    Teq = 87.96935 g   ;    e = 0.2056307
si ricava :
                         λ = Teq⋅ C2.2723642⋅10¹⁵ m = 15189.6 UA
       
Il valore massimo dell’energia per unità di volume associata risulta :
         
Si tratta di valori irrilevanti, nonostante le grosse masse in movimento.

Osserviamo inoltre che il periodo di circa 88 g porta a una lunghezza d’onda di gran lunga oltre i confini del sistema Solare e dunque
diventa impossibile mettere in evidenza le caratteristiche ondulatorie del campo attraverso rilievi effettuati sulla Terra.
Si noti che non esiste alcuna continuità fra le frequenze massime prodotte dai sistemi astronomici e le minime che si ottengono con i
generatori di tensione.
L’enorme vuoto è originato all’elevato fattore di espansione della materia nel passare dalla materia ordinaria alla condizione di
particella 
elementare.
6
——————————————————————————————————————————————————————————————————

Art.55 — Calcolo teorico dell’energia di legame del nucleo atomico — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

La materializzazione dell’energia e il processo inverso di annichilazione della materia sono argomenti direttamente collegati all’effetto
Compton, del quale rappresentano due casi estremi.
Secondo l’interpretazione letterale, per materializzazione dell’energia si deve intendere la conversione di energia di qualsiasi tipo in
materia.
Per non allontanarci dal tema, dando ai termini energia e materia il significato preso dal linguaggio corrente,
possiamo dire che queste operazioni si realizzano tutti i giorni nei laboratori di
fisica nucleare e in qualsiasi punto dell’universo in cui si verifichi
la transizione di una massa all’interno
di uno spazio rotante da una distanza 
 R a  R2  dalla massa centrale generatrice.

Normalmente però, quando si parla di materializzazione, questo fatto viene trascurato e ci si riferisce alla formazione di coppie di
particelle, elettrone-positrone o più in generale particella e antiparticella, partendo da fotoni di opportuna energia.

Questo accade perchè non è ben chiaro il significato fisico che si deve dare ai termini che si utilizzano nei discorsi e il linguaggio comune
non può essere di grande aiuto, anzi, in alcuni casi, conduce fuori strada.
Anche se possiamo sembrare ripetitivi, per una migliore comprensione degli argomenti che sono stati indicati, richiamiamo ancora alcuni
punti che sono stati analizzati durante l’esposizione della teoria generale.

Abbiamo visto che ” la materia è il risultato dell’interazione fra punti diversi dello spazio fisico in moto relativo fra loro ”  (  Art.3    ).

Condizione necessaria per l’esistenza della materia, intesa come
sistema costituito da almeno due punti interagenti, è che ciascuno di
essi
possa ” rivelare ” la presenza dell’altro
Art.5    ).

Questa condizione, analiticamente, si traduce nel fatto che ciascun punto sia capace di esercitare su tutti i punti dello spazio circostante
un’accelerazione radiale che li obbliga ad acquisire una condizione di equilibrio stazionario.
1
—————————————————————————————————————————————————————————————————–
Il punto ” materiale ” considerato esiste dunque se esercita sullo spazio fisico un’azione attiva, che si manifesta attraverso lo spazio rotante
, che viene così generato.
La materia si identifica dunque con lo spazio rotante, del quale presenta tutte le caratteristiche ( gravità e inerzia ).

Con questa concezione della materia diventa facile capire come la necessità di identificarla con qualcosa di “palpabile”, che possa cadere
sotto i nostri sensi, sia piuttosto un nostro limite, dovuto proprio all’abitudine di sondare la realtà attraverso i nostri sensi.
Per liberarcene dobbiamo pensare di indagare l’universo senza il loro aiuto, scoprendo così un
universo puramente teorico, costruito con
un nuovo concetto di esistenza  (  Art.1   ) .
Abbiamo detto che la quantità di materia Q esiste in un punto O dello spazio, se una quantità di materia arbitraria ( anche m 0 ),
posta alla distanza R , può rivelare la sua presenza.
Imponendo questa condizione, abbiamo visto che tutta la materia, qualunque sia il suo livello di aggregazione ( anche m 0, dunque
puro spazio fisico ), esiste perchè è attiva sullo spazio, imponendo ad ogni punto la legge universale (  Art.5  ) :

                                                      V² ⋅ R = K²

Scrivendo l’equazione del moto del generico punto    P   ed imponendo i principi di conservazione dell’energia e del
momento angolare
specifici ( riferiti cioè alla massa unitaria ), abbiamo dimostrato che essi vengono verificati solo dai valori del
raggio che soddisfano la
relazione  (  Art.6  ;  Art.10  ) :

                                 Rn = R₁/n²      con   n = 0, 1, 2, 3, ecc…….
In qualsiasi spazio rotante si ha quindi una quantizzazione delle orbite
stabili e questa è una legge che ha valore universale.
Tutte le masse in equilibrio nello spazio rotante si concentrano quindi in corrispondenza di tali orbite.
2
—————————————————————————————————————————————————————————————————–

    Imponendo ancora la condizione di minima dissipazione di energia, e dunque di massima stabilità del sistema, abbiamo visto che una
sfera planetaria  , in orbita sulla falda di raggio  R, tende a raggiungere questa condizione con un moto rotorivoluente sincrono
Art.29  ), ossia con una velocità di rotazione uguale a quella di rivoluzione ( minimo valore della velocità di scorrimento rispetto allo
spazio fisico ).
Il raggio della sfera di spazio che soddisfa questa condizione è stato ricavato e vale :     
dove Kp²  e  Ks² rappresentano gli spazi rotanti associati alla massa planetaria e solare. Per esempio, per la Terra si ricava :

Generalmente la massa del pianeta ha un raggio r << r.
L’azione stabilizzatrice che viene prodotta da questa condizione tendenziale risulta dunque molto scarsa in prossimità della superficie
della massa m e quindi, sempre per avere minimo scorrimento, essa rotorivoluisce con un nucleo di raggio  r  al quale lo spazio
3
—————————————————————————————————————————————————————————————————–

rotante planetario Kp² impone una velocità di rotazione uguale a quella di rivoluzione, che viene imposta dallo spazio rotante centrale
Ks², ossia tale che :

Per esempio, la Terra presenta un nucleo interno di raggio  r = 449,5 Km  in rotazione con velocità periferica uguale a
VT = 29,876 Km/sec.
In generale, in uno spazio rotante l’orbita stabile osservabile di raggio minimo è nota per definizione, i quanto si conosce il tipo di segnale
che si utilizza per l’osservazione e quindi anche “la sua velocità di propagazione rispetto al mezzo”, che coincide con il valore massimo
raggiungibile da qualsiasi punto per poter essere ancora osservabile.

Nel nostro caso i rilievi vengono realizzati generalmente con segnali luminosi oppure con onde elettromagnetiche, che si muovono con

una velocità uguale a  Cl = 299792458 m/sec .Dall’equazione fondamentale              V²⋅ R = K²      si ricava così il

raggio dell’orbita sulla quale la velocità di equilibrio raggiunge il valore massimo          Rns = K²/Cl²     che rappresenta  il raggio
dell’orbita circolare minima osservabile associata al numero quantico massimo 
ns .

Per poter utilizzare più agevolmente le relazioni che abbiamo ricavato e per uniformarci alla simbologia corrente, conviene modificare il
numero quantico come segue :

posto :   
4
—————————————————————————————————————————————————————————————————–
Nel caso particolare in cui sia le masse che generano lo spazio rotante che quelle planetarie risultano tutte uguali tra loro, come
generalmente accade nei sistemi atomici e subatomici (ma non si può escludere che possa accadere anche in altri casi), abbiamo visto che
le orbite che consentono l’equilibrio sono solo quelle che corrispondono ai valori interi del rapporto 
e la massa in equilibrio sul livello
p può assumere il valore massimo ( Art.10 ) :

                                                                                    mP = (2⋅p²)⋅ m1P

dove m1P è la massa unitaria in orbita capace di soddisfare l’equilibrio del momento angolare.
Essendo l’energia della singola massa presente sul livello   data da :           
solo in questo caso, ” con m₁ costante “, la quantizzazione del raggio delle orbite e della
velocità orbitale produce anche una
quantizzazione dell’energia .

E’ questa l’origine della meccanica quantistica, che ha valore assolutamente universale e affatto legata alla
costante di Planck, che, come
abbiamo visto nell’  Art.50  , è conseguenza e non origine della quantizzazione delle orbite.
In definitiva la sfera solare centrale, che genera lo spazio rotante, trasferisce allo spazio circostante l’energia necessaria per formare con
esso un sistema legato stabile.
Lo spazio rotante così formato è in perfetto equilibrio dinamico con la massa centrale
generatrice e si oppone a qualsiasi perturbazione
esterna tendente a modificarlo.
5
—————————————————————————————————————————————————————————————————–
Questa tendenza a conservare l’equilibrio raggiunto è definita “inerzia dello spazio rotante”.
La reazione dello spazio tendente a ripristinare l’equilibrio sarà uguale e contraria all’azione esterna che tende a perturbarlo. Essa
sarà
dunque proporzionale al volume di spazio perturbato e all’entità della perturbazione indotta.
Il volume di spazio fisico associato a ciascun livello dello spazio rotante è proporzionale alla lunghezza dell’orbita

                                                 LP = 2 ⋅ π⋅ RP = 2 ⋅ π ⋅ R₁⋅ p² = π⋅ R₁⋅ (2⋅p²)

essendo (2⋅p²) il numero delle masse elementari che saturano il livello,  lo spazio occupato da ogni particella sarà : L₁ = π⋅R₁

indipendente dal livello considerato.
Lo spazio occupato da una particella ha sempre lo stesso valore, qualunque sia il livello considerato. 
Per quanto riguarda l’entità della perturbazione, se il volume considerato è in equilibrio sul livello  p₁  e lo spostiamo sul  p₂ , la
perturbazione indotta dovrà essere proporzionale alla variazione dell’energia associata.
Se abbiamo il livello   saturo, il numero di ” particelle elementari ” in orbita sarà    nP = (2⋅p²)    e quindi ” l’energia di legame ”
che la massa centrale trasferisce a tutto lo spazio rotante associato a questo livello sarà :

indipendente dal livello considerato.
La caratteristica fondamentale dei livelli di uno spazio rotante è rappresentata dal fatto che tutti ricevono dalla massa centrale la stessa
energia di legame, qualunque sia il valore del numero quantico p associato.
6
—————————————————————————————————————————————————————————————————-
Se la massa solare centrale, che genera lo spazio rotante  KSZ², è formata da un numero  Z   di masse  m1S   tutte uguali tra loro,
sarà :                                                   KSZ² = Z ⋅ KS1²
e quindi, sostituendo si ottiene l’energia per strato :       
dove con KS1² abbiamo indicato lo spazio rotante generato dalla massa m1S .
Essendo, in condizione di equilibrio, vale la relazione :     
Indicando con   R₁₁  il raggio della prima orbita dello spazio rotante generato dalla massa solare unitaria   m1S  ,  ponendo  nella

relazione R₁₁ = rp    per la prima orbita dello spazio rotante   KSZ² , si avrà :
        
si ottengono quindi le relazioni fondamentali :

sostituendo nell’espressione dell’energia, abbiamo :
     
7

—————————————————————————————————————————————————————————————————–
e quindi, in definitiva l’energia che lega ogni livello ( strato di spazio fisico) alla massa centrale vale :

Questa relazione è di straordinaria importanza per tutta la teoria degli spazi rotanti ed

” in particolare per la teoria della struttura dell’atomo e del nucleo
atomico “. 

Essendo tale energia indipendente dal livello considerato, la indicheremo con   E(Z)  , omettendo l’indice   , e la chiameremo
” energia per strato “.
La quantità in parentesi è una costante caratteristica della struttura della materia che vale :
    — per l’atomo :
                                 m1P = me = 9.1093897⋅10⁻³¹ Kg

                   R₁₁ = R11e = 5.29177249⋅10⁻¹¹
m

                 KS1² = K₁₁² = Kp² = V11e²⋅ R11e = 253.2638995
m³/sec²
L’energia che il nucleo atomico spende per generare una falda (livello) dello spazio rotante, nel quale orbitano gli elettroni in
equilibrio, vale :
                    
indipendente dal livello considerato.
Per esempio, l’energia spesa per generare la porzione di spazio rotante che potrà essere occupato da una singola particella (elettrone)
risulta :
   
 8
—————————————————————————————————————————————————————————————————–
per Z = 1  e  p = 1 si ottiene l’energia di legame dell’unico elettrone presente sul primo livello dell’atomo di idrogeno.
— per lo spazio rotante nucleare, con la teoria del nucleo atomico abbiamo ricavato :
                      m1P = (3/4)⋅ mp = (3/4) ⋅ 1.6726231⋅10⁻²⁷ Kg
                       R₁₁ = R11p = 57.63978486⋅10⁻¹⁵ m                     
                     KS1² = K₁₁² = Kn² = Kp²/2 = 126.6319498 m³/sec²
Dove m1P indica la massa del protone orbitante polarizzato, R11P  il raggio della prima orbita nucleare associata al nucleo

con un solo neutrone centrale, Ks1² è uguale allo spazio rotante nucleare generato da un solo neutrone.

L’energia che il nucleo dei neutroni attivi centrali spende per generare una falda (livello) dello spazio rotante, nel quale orbitano in equilibrio
i protoni polarizzati e i deutoni, vale :
   
eseguendo i calcoli, si ottiene :     
e quindi, per ciascun protone nucleare in orbita :    
L’energia di legame del protone in orbita sul livello del nucleo di numero atomico   vale dunque :
       
per  Z = 1  e  p = 1  si ottiene il valore, noto per altra via, dell’energia di legame di un solo nucleone.

Considerando la relazione :
      

9
—————————————————————————————————————————————————————————————————–
possiamo calcolare il livello di confine  Ps  e quindi li numero di falde spaziali attivate complessivamente dalla sfera centrale.
Consideriamo, per esempio, l’isotopo dello stagno   Sn₅₀¹²⁰.
L’energia spesa per ogni livello risulta, in prima approssimazione :

                       E₀(50) = 17.20163444 MeVZ2/3 = 233.46 MeV

Le 70 masse elementari in orbita nello spazio rotante nucleare occupano un numero di livelli uguale a 3 saturi  più 22 unità di
massa in orbita sul quarto livello,
che si saturerebbe con 32 unità di massa.
Complessivamente lo spazio rotante generato è formato da quattro livelli per i quali i 50 neutroni attivi spendono l’energia :

                     ESR(50 ; 70) = E₀(50) ⋅ 4 = 233.46 MeV ⋅ 4 = 933.84 MeV

A questa energia è associata una massa inerziale :
      
Questa massa, inizialmente presente nei   50  neutroni centrali, non scompare, ma rimane presente, diluita in tutto lo spazio rotante
generato.
A ciascun volume  di spazio unitario :             L₁ = π⋅ R₁ = π⋅ R₁₁⋅ Z1/3
viene fornita un’energia :
      
dipendente dal livello occupato.
Per esempio, il volume L₁(50) , che occupa il primo livello, è legato al centro dello spazio rotante con un’energia :
10
—————————————————————————————————————————————————————————————————– 
lo stesso volume, che occupa il quarto livello, è invece legato da un’energia :
          
Ad ogni elemento di spazio è quindi associata una massa, dipendente dalla

posizione occupata, che si ricava dalla relazione :    
e si ottiene quindi :                     

Lo spazio rotante nucleare si deve dunque pensare formato da un numero Na di neutroni attivi centrali aventi una
massa complessiva

                                       mNa = m⋅ Na – ΔmN = mn ⋅ Na – mSR

più la massa mSR associata allo spazio fisico orbitante circostante data da :

distribuita sui diversi livelli in equilibrio.
Complessivamente lo spazio rotante con i ilvelli ancora vuoti presenta dunque un difetto di massa uguale a zero, essendo la

massa totale uguale ancora a  mNa = mn⋅ Na .

11
—————————————————————————————————————————————————————————————————–

Art.43a — Origine della Luna come sistema doppio Terra-Luna — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

I dati noti dall’osservazione sono riportati nella tabella seguente.
                                                          Sistema Terra — Luna                 

denom.     R Km e=√(ΔE/Eeq)   RKm      T g  rKm m  Kg (°)
Terra 149597888 0,01671022 149556116 365,256366 6378 5,9726⋅10²⁴ 7,25°
Luna 384400 0,0549 383241,4 27,3216615 1738 7,3422⋅10²² 23,45°

Se si hanno due spazi rotanti, stellare e planetario, una sfera che si muova attraversando la congiungente nel punto N, può continuare la
sua corsa in uno spazio oppure nell’altro in rapporto alla posizione del punto N ed alla massa della sfera satellite.
La situazione è quella che è illustrata in figura 33a, dove le masse interagenti possono essere Sole–Terra–Luna.                            

Finchè il punto N ( in corrispondenza del quale, sulla Luna, l’azione del Sole e quella della Terra sono in opposizione ) si trova all’interno
del punto neutro della Terra rispetto al Sole, la Luna rimane sotto l’azione del campo gravitazionale terrestre, in quanto
ad ogni passaggio attraverso il punto N ne segue uno per il punto M, nel quale l’azione del Sole e della Terra hanno lo stesso verso e
quindi l’orbita rimane quasi stabile ( a parte la piccola energia che viene irradiata come onde gravitazionali, che causa una lentissima
riduzione del raggio orbitale.

Quando il punto N, allontanandosi sulla spirale giunge in corrispondenza del punto neutro, secondo la costruzione che è indicata in figura,
il passaggio dal punto 0 al punto 1 comporta una riduzione molto grande dell’azione gravitazionale terrestre, mentre rimane quasi
invariata quella del Sole, che tende ad allontanare la Luna dalla sua orbita terrestre.

In queste condizioni non esiste nessun motivo apparente perchè la Luna debba riprendere l’orbita iniziale e quindi ci si aspetterebbe il
totale abbandono della orbita terrestre con il passaggio su un’orbita solare .
In realtà, nel punto 0 alla Luna è associato un momento angolare orbitale dato dal prodotto ( V⋅r₀ ) , che nello spazio fisico si deve
conservare, e questo obbliga il satellite ad allontanarsi molto lentamente seguendo una spirale deformata.

Con riferimento alla figura 33a , durante il suo moto di rivoluzione il satellite si muove nello spazio rotante solare,  variando sia la
distanza dal centro dello spazio che la sua velocità relativa, per cui l’accelerazione che lo sollecita ad 
allontanarsi dal pianeta
varia con legge sinusoidale avente frequenza doppia di quella di rivoluzione (  Art.29    ) .

1
—————————————————————————————————————————————————————————–
Il valore massimo viene raggiunto lungo la congiungente, nei punti N  ed  M  e si può calcolare, approssimativamente, derivando
l’espressione dell’azione del Sole sul satellite :       
in cui   ed  R  variano nel tempo. Si ha dunque :   
Ponendo :    
eseguendo i calcoli, con semplici sostituzioni, si ricava :          
Si hanno due componenti, entrambe positive ( centrifughe ), una associata alla posizione occupata dal satellite nello spazio rotante
solare e l’altra alla sua velocità di rivoluzione nello spazio rotante del pianeta.
Per la Luna, sostituendo i valori numerici, si ottiene :

                            aL = 15,238⋅10⁻⁶ m/sec² + 405,38⋅10⁻⁶ m/(sec²

Per poter dare un significato a questi numeri, li confrontiamo con gli effetti di marea, ben conosciuti, che vengono prodotti
dal Sole sulla Terra,
calcolati utilizzando la stessa relazione.

Ponendo :                                  r = 6378 Km ; vs = 0,4651 Km/sec

si ottiene :                               aT = 0,253 ⋅10⁻⁶m/sec² + 185,21⋅10⁻⁶ m/sec²
2
——————————————————————————————————————————————————————————
Con riferimento alla figura 33a, lungo la congiungente S — T, esiste un punto  in corrispondenza del quale i due spazi rotanti, planetario
e solare, impongono alla sfera satellite una velocità dello stesso valore ma verso contrario e quindi la loro azione complessiva porta a
mantenere la sfera in orbita sempre lungo la congiungente.  Si realizza così un moto rotorivoluente sincrono.
Imponendo dunque l’uguaglianza delle due velocità di rotazione, ricaviamo il massimo valore che può assumere il raggio dell’ orbita di un
satellite prima di sfuggire al pianeta.
Differenziando la relazione fondamentale   V² ⋅ R = K²  abbiamo già ricavato, per la velocità di rotazione di una sfera di raggio r ,
il valore :    
Indicando con Rmaxp il valore cercato, imponiamo dunque la condizione :   
dalla quale si ricava :       
Nel nostro caso, per la Terra, si ricava :   
Si noti che  Rmaxp   coincide con il raggio della sfera di spazio rotante  rP  che, in assenza di satelliti, rotorivoluisce, nello spazio rotante
centrale, solidale con il pianeta, con rotazione sincrona, che avevamo indicato come sfera planetaria associata di raggio RP0 .
3
——————————————————————————————————————————————————————————————————-
In definitiva, possiamo dire che, se la Luna avesse dimensioni tali da poter essere considerata puntiforme, si sarebbe già allontanata
rapidamente dalla Terra . E’ solo grazie alle sue dimensioni e al momento angolare associato, se non passa ad orbitare direttamente nello
spazio rotante solare, in tempi brevi.
Possiamo comunque pensare che, con il passaggio della Terra sulle orbite successive, il nostro satellite abbandonerà definitivamente il
pianeta per iniziare la sua nuova vita come pianeta del Sistema Solare su un’orbita vuota tra Venere e Mercurio.
La Terra si ritroverà così senza satelliti come Venere e Mercurio, ai quali può essere toccata la stessa
sorte.

Il raggio della sfera rotante che sostiene il moto di rivoluzione della Terra vale :

Il nostro pianeta presenta dunque un nucleo interno di dimensioni notevoli,  il più
grande
di tutto il sistema Solare “, rotante su
se stesso alla velocità :
          
anche la velocità di rotazione risulta elevata, per cui l’energia termica che si sviluppa è tale da produrre in superficie  importanti
fenomeni vulcanici, i quali vengono notevolmente accentuati dalla eccentricità del nucleo.

Il centro di massa del sistema Terra — Luna in un anno si sposta, rispetto al centro della Terra, mediamente di:

il nucleo interno si sposta quindi verso l’equatore e la sua superficie viene a trovarsi a una distanza minima dal
suolo 
terrestre data da:
4
——————————————————————————————————————————————————————————————————
                  dmin = r– (CT+rT0) = 6378 Km – (4671+449,4) Km ≃ 1257 Km

Dallo studio del sottosuolo terrestre abbiamo conferma della presenza di una discontinuità a questa profondità.
Per ovvie ragioni, nel punto che si trova alla distanza minima dalla superficie si crea una via preferenziale per la risalita di tutti i materiali
fusi che si producono all’interno.
I fenomeni vulcanici più intensi, e forse la quasi totalità di quelli che si verificano sulla Terra, si manifesteranno dunque in
prossimità della zona equatoriale, precisamente in corrispondenza del piano orbitale della Luna.
Nei due emisferi in prossimità dei poli non si possono manifestare eruzioni vulcaniche perchè il nucleo rotante che le genera è molto
distante.

Osserviamo infine che, per la particolare posizione occupata, la Luna presenta un punto neutro rispetto al Sole minore di quello calcolato
rispetto alla Terra ; precisamente, si ricavano i valori

                         RNLS = 28736,03 Km    ;     RNLT = 38259,4 Km.

Conseguenza di questo risultato è l’impossibilità, da parte della Luna, di acquisire definitivamente nel suo spazio rotante, un
qualsiasi 
corpo sulla sua prima orbita stabile R = 38259,4 Km . 

Se anche un satellite venisse “catturato “, passerebbe immediatamente sotto l’azione diretta del Sole.
Il raggio della sfera che sostiene il moto orbitale lunare vale :

La Luna non possiede dunque un nucleo rotante interno e si muove nello spazio rotante terrestre con rotazione
sincrona direttamente con 
la sfera planetaria :
 
5
—————————————————————————————————————————————————————————————————–
Rileviamo infine che, ” l’allontanamento della Luna dalla Terra “ comporta anche un incremento graduale del momento
angolare che si associa 
al sistema Terra–Luna.
Per verificare il principio di conservazione, il momento angolare del sistema si riporta al valore iniziale con una riduzione della velocità di
rotazione della Terra su se stessa, ed un conseguente aumento della durata del giorno.
Quando la Luna avrà abbandonato definitivamente la Terra, quest’ultima si muoverà nello spazio rotante solare con rotazione
sincrona, fornita dalla velocità di scorrimento :     
che viene imposta dallo spazio rotante solare      Ks² .
Indicando con  Tn   il periodo di rivoluzione, con  Tp  quello di rotazione della sfera su se stessa, misurato sulla sua superficie, la rotazione
sincrona avverrà attraverso la sfera planetaria solidale di raggio (vedi  Art.34   ) :

Notiamo infine che, con l’origine che abbiamo proposto, quando sistema Terra–Luna, con la Luna in rotazione sincrona, passa attraverso
la fascia degli asteroidi, intercetta un gran numero di aggregati in moto orario ed antiorario.
Abbiamo infatti visto che la zona interna del Sistema Solare si è rapidamente popolata di piccoli, ma veloci aggregati, che  sono scomparsi
solo quando, più tardi, è giunto il lento pianeta Giove, che li ha assorbiti.

La rotazione sincrona della Luna ha protetto dagli impatti la superficie lunare rivolta alla Terra, che ha
perciò avuto funzione di schermo. Per questa ragione la Luna oggi si presenta con la superficie esterna
molto più craterizzata di quella interna.

6
——————————————————————————————————————————————————————————————————

Art.53a –Teoria dell’effetto Compton e redshift gravitazionale, spostamento verso il rosso — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

Nell’  Art.53   abbiamo visto che l’urto fra un fotone ed un aggregato materiale ne modifica la frequenza secondo la relazione

Se, per esempio, osserviamo l’orbita di un pianeta del Sistema Solare, con perielio  R ed afelio  R, fissato il fotone (proiettile) da
utilizzare per la misurazione, tra i due punti verrà osservata una differenza di frequenza complessiva :

che si traduce in una errata valutazione delle distanze.

Il rapporto   (r1s/r)     viene generalmente definito  redschift gravitazionale ed è calcolabile senza ricorrere agli
effetti relativistici.
La variazione della frequenza dovuta all’azione gravitazionale, che abbiamo calcolato, è solo una componente del redschift totale.
Si hanno infatti altre due componenti :
la prima dovuta all’effetto Doppler e la seconda all’effetto Compton.

Si noti che, anche se non è stato espressamente dichiarato, nella trattazione dell’urto fra particelle lo spazio rotante  Ks² è stato ritenuto
vincolato a un punto fisso dello spazio, associato dunque a una massa inerziale infinitamente elevata.

Con riferimento alla figura, quando lo spazio rotante centrale  Ks² è associato a una massa inerziale  m di valore finito, priva di vincoli,
la deviazione β  del fotone ( il discorso si applica comunque a qualsiasi altra massa ) comporta una variazione dell’impulso dal valore Pf
al valore  Pf con la cessione della differenza  Pm  alla massa  ms  solidale con lo spazio rotante interagente.
Dalla interazione la massa  m  esce con una variazione   ΔV  della velocità in direzione parallela all’impulso  P .
Imponendo la conservazione dell’impulso e dell’energia al sistema, supposto isolato, se applichiamo il teorema di Carnot al triangolo
degli impulsi, si può scrivere :

1
——————————————————————————————————————————————————————————————————
sostituendo le relazioni note per il fotone :

eliminando  V² , si ottiene :

essendo    Δλ = (λ – λ)  << λ  ,       si ha :           λ/λ + λ/λ ≃ 2
2
——————————————————————————————————————————————————————————————————
e quindi, l’espressione che descrive l’effetto Compton, diventa :

ricordando che :      
con  V = Cl , si può ancora scrivere :
          
Quando     VP²⋅ Rn >> 2⋅Ks²   si ottengono piccole deviazioni e quindi :
       
Casi particolarmente interessanti sono quelli in cui lo spazio rotante centrale viene generato da un elettrone o da un protone ed a questi
casi ci si riferisce generalmente  quando si parla di effetto Compton .  In questi casi, sostituendo i valori numerici, si ottiene :

                                 Δλ = 2,42631⋅10⁻¹² m ⋅(1 – cos δ)

 

                                 Δλ = 1,32214⋅10⁻¹⁵ m ⋅(1 – cos δ)

Se si sostituisce nelle relazioni l’espressione teorica di  h , si ottiene :
       
3
——————————————————————————————————————————————————————————————————
con    ms = me   si ricava :     
ricordando che :         Cl/V11e = pns = 137,0359896 = costante di struttura fine
si può scrivere :
   
analogamente, con   ms = mp   si ottiene :
     
dove  r1P indica l’orbita sulla quale la velocità di equilibrio è uguale a quella della luce  C.

Le relazioni che abbiamo ricavato sono estremamente interessanti, in quanto ci consentono di calcolare l’angolo di diffusione di
qualsiasi particella o
massa ordinaria lanciata in qualsiasi spazio rotante, con una velocità maggiore di quella di fuga dal punto
in cui viene immessa.

Inoltre esse mettono in evidenza che l’effetto Compton e la deviazione della luce, che si osserva quando
essa passa entro 
il raggio d’azione di un campo gravitazionale, seguono lo stesso meccanismo e le stesse
leggi che vengono
seguite dagli aggregati ordinari.

Per chiarire questo aspetto, consideriamo un elettrone accelerato che viene sparato contro un protone ad una distanza dal centro
Rn = 1.5⋅10⁻¹⁰ m ,     con la velocità  Vp = 5⋅10m/sec .

Lo spazio rotante è quello del protone e vale :         Kp² = 253.2638995 m³/sec²
la deviazione risulta :       
noto il rapporto tra le masse :            me/m= 544.616⋅10⁻⁶ ricaviamo la variazione della velocità per effetto Compton con la
relazione :
       
sostituendo i valori numerici, si ottiene                                            r = V/V = 0.6085 .
utilizzando la lunghezza d’onda associata all’elettrone, si ha :

                               Δλ / λ = – ΔV / V = (1– 0.6085)/1 = 0.3915

                      Δλ = λ ⋅ 0.3915 = (h/(me ⋅ Vp)) ⋅ 0.3915 = 5.69546⋅10⁻¹¹m

4
——————————————————————————————————————————————————————————————————

Art.52a– Origine e caratteristiche fisiche del fotone, contraddizioni dell’onda materiale di De Broglie — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

In questo articolo vogliamo indagare sull’origine e sul significato fisico dell’onda materiale di De Broglie utilizzando la teoria degli spazi
rotanti che abbiamo elaborato.
Abbiamo visto che, quando una massa  si sposta nello spazio rotante dalla distanza  R  sull’orbita circolare minima  Req < R ,
l’energia che viene emessa dallo spazio rotante è uguale all’eccesso  ΔEe , rispetto al valore  Eeq che è necessario affinché la massa
possa restare in equilibrio sull’orbita  Req .
Nel caso di un elettrone, essa è uguale a quella trasferita dalla radiazione elettromagnetica di frequenza data relazione :

                                                    ν = ΔEe/he

avente una durata uguale a quella del regime transitorio (  Art.51   ) ( periodo orbitale ).
In definitiva si ha un pacchetto di oscillazioni alla frequenza  ν con una durata complessiva uguale a un periodo orbitale.
A questo punto osserviamo che le relazioni sono applicabili fino al punto posto alla distanza dal centro   R →∞ ,   corrispondente a

p →∞  ;   Veq →0  ;   Eeq →0.


La condizione di equilibrio con lo spazio rotante  coincide quindi con l’elettrone fermo ed
energia totale uguale a zero.

Se nello stesso punto abbiamo un elettrone in moto con una velocitàV, il valore dell’energia cinetica coincide con l’eccesso  ΔEe
rispetto alla condizione di equilibrio (elettrone fermo) ed è uguale a quella che lo spazio rotante emetterebbe come unpacchetto
di radiazione elettromagnetica
se l’elettrone si spostasse sull’orbita associata a  p →∞ , raggiungendo la condizione di equilibrio
con i valori orbitali   Veq →0  e   Eeq →0 .

la frequenza della radiazione emessa  sarebbe :         ν = ΔE/he

con una durata dell’emissione uguale alla durata del transitorio  Te(∞) = T11e⋅ p³ → ∞.

Se la massa si muove con una velocità costante nel tempo e la si immagina in frenata  verso la condizione di equilibrio, si può dire che la
velocità di rallentamento tende a zero e quindi necessita di un tempo infinito per fermarsi.

In accordo con il secondo postulato di Bohr, l’energia ΔEviene emessa per tutta la durata del transitorio e quindi per un tempo
infinitamente lungo dunque con un livello di potenza uguale a zero. Questo vuol dire appunto che di fatto la particella non viene
frenata e continua il moto a velocità costante.
Se invece l’elettrone viene frenato, dallo spazio fisico nel quale si muove, raggiungendo la velocità di equilibrio   V = 0 ,  in un

tempo  Δtnel tempo  Δt verrà emessa una radiazione elettromagnetica di frequenza         ν = ΔE/h
con un livello di potenza :
                                                    Pν = ΔEe /Δt

Si deve’ notare che l’emissione di una radiazione elettromagnetica come perturbazione dello spazio non è dovuta ad un processo
misterioso, ma è una immediata conseguenza del principio di conservazione dell’energia che lo spazio fisico deve soddisfare.
Abbiamo infatti una massa materiale ( in questo caso una particella elementare ) che ha nell’istante t0 una energia cinetica uguale a
ΔEe nell’istante tdopo un tempo Δt un’energia uguale a zero. Se la massa in moto viene frenata da un mezzo materiale

vengono eccitati gli atomi del mezzo i quali riemettono la stessa energia come energia
termica, ovvero come radiazione elettromagnetica a bassa frequenza, in modo da
soddisfare il principio di conservazione.

Se l’azione frenante viene esercitata in assenza totale di materia organizzata, ossia nello spazio fisico puro
(quello che le teorie
correnti definiscono come spazio vuoto) ad eccitarsi saranno gli agenti che hanno
prodotto l’azione frenante, ossia
gli elementi spaziali  S0, che 
avendo dimensione  r0 oscilleranno su
frequenze molto più elevate, direttamente proporzionali  alla
energia  ΔEche ha prodotto l’eccitazione, secondo la relazione :

                                                                                             ν = ΔE/h .


Quello che abbiamo descritto coincide esattamente con il processo che genera il fotone. Anche in questo caso si ha infatti una massa

( elettrone ) che nell’istante iniziale ha un’energia uguale a  Ep1 e dopo un tempo  Δt un valore  Ep2 < Ep1 .

La differenza  ΔE= Ep2 – Ep1 è stata assorbita dall’agente frenante, ossia dal mezzo (spazio rotante) nel quale è
avvenuto
il trasferimento da un livello all’altro.

Con il passaggio dal livello pal livello p2 diminuisce sia l’energia che il momento angolare dell’elettrone, per cui la reazione dello
spazio fisico dovrà essere tale da soddisfare i principi di conservazione di entrambi e quindi la radiazione non potrà essere emessa in
tutte le direzioni, con simmetria sferica, ma dovrà avere una precisa direzione per soddisfare la conservazione del momento
angolare.

L’entità fisica, il fotone, che viene utilizzato per indicare questa condizione dello spazio

— deve avere carattere ondulatorio, in quanto deve trasferire energia nello spazio senza spostamento
di materia ordinaria (   
Art.20   ) .

— Deve essere direzionale, in quanto, rispetto al centro dello spazio rotante, deve compensare la riduzione

del momento angolare          Lf = Lp1 – Lp2 .

— Deve infine avere un’estensione limitata nel tempo e quindi nello
spazio
lungo la direzione di propagazione, in quanto la perturbazione ha una durata finita, precisamente uguale alla durata del
transitorio. Quando la durata è molto limitata, come accade, per esempio, nelle transizioni fra orbite elettroniche o nucleari degli
atomi (  Art.51 ), lo spazio percorso dalla perturbazione in un periodo orbitale è tale da poter essere considerato un punto materiale.

Con queste caratteristiche il fotone si presenta come un pacchetto di onde elettromagnetiche con
estensione molto piccola che si 
muove nello spazio in linea retta come una qualsiasi particella
materiale e a seconda del metodo di osservazione, viene intercettato 
e rivelato come un’onda oppure
una particella.

In ogni caso, riprendendo l’idea di De Broglie,  l’oscillazione nasce solo quando una massa
in moto viene frenata dal mezzo
ed ha una durata uguale al transitorio.
Questo vuol dire che  a una massa in moto non accelerato non è associata
nessuna onda materiale
di valore misurabile.
Se si vuole
associare un’onda materiale a una massa in moto uniforme, dunque a velocità costante, si deve precisare che la sua
ampiezza ha
valore uguale a zero.
Il carattere ondulatorio nasce 
solo nel momento in cui viene frenata
da spazio fisico puro.
Nulla accade se viene frenata da un’altra massa che possa acquisire
l’energia e il momento angolare sottratto, in modo da soddisfare i
principi di conservazione.

Se siamo in uno spazio conservativo, possiamo pensare al processo inverso, ossia, se abbiamo un elettrone in equilibrio sull’orbita p, in
moto con velocità Veqp  l’energia è di segno negativo e vale :                   Eeq = – (1/2) ⋅ me⋅Veq² .

Se viene fornita energia si sposta allontanandosi dal centro dello spazio rotante e, se l’energia fornita è sufficiente può rallentare fino

all’orbita associata a  p →∞ , con la velocità  Ve = 0 .
La frequenza che deve avere la radiazione incidente per portare l’elettrone dall’orbita p a  p →∞, per la reversibilità del processo,
sarà uguale a quella della radiazione emessa  nel passaggio da  p →∞
 a  p , ossia :
     da cui si ha : 
che si può scrivere :  
Il primo membro rappresenta la lunghezza d’onda   λe  corrispondente alla frequenza di rivoluzione  νe dell’elettrone, che si muove

sull’orbita associata a  p →∞ , con la velocità  V, dunque con un eccesso di velocità Vrispetto all’equilibrio  con  Ve = 0 .
9
—————————————————————————————————————————————————————————–
Si può dunque scrivere :      
Questa relazione può essere generalizzata agli elettroni in equilibrio su tutte le orbite stabili, considerando che in questo caso l’energia
dell’elettrone è di segno negativo e vale :             .
Rispetto all’elettrone fermo sull’orbita  p →∞  si ha quindi un difetto di energia e quindi l’energia    ΔE = Eeq  rappresenta il
valore dell’energia raggiante che bisogna fornire per fermare l’elettrone , portandolo sull’orbita p∞ .
        
Si noti che     λe = 2·λ    rappresenta la lunghezza d’onda associata alla transizione dall’orbita  p  a quella di equilibrio
associata al numero quantico  p .

L’emissione di energia raggiante si verifica solo durante la transizione perciò  λe  è
definita ed ha significato solo durante il 
periodo di transizione.
In condizioni stazionarie non ha nessun significato.

Se abbiamo un elettrone in moto con la velocità  V costante nello spazio ordinario, dunque sull’orbita  p  dello spazio rotante
protonico, in base  a quanto abbiamo visto, possiamo pensare che la sua velocità raggiungerà il valore di equilibrio (zero) in un tempo
infinito
e tale risulterà anche la durata del transitorio, durante il quale verrebbe emessa la radiazione di energia
.
Dato che l’energia irradiata è data dal prodotto tra la potenza della radiazione e la durata dell’irraggiamento, ne risulta un livello
di potenza   P→0   e quindi non rilevabile dagli strumenti.
Dunque, di fatto risulta che l’elettrone in moto nello spazio ordinario non irradia.
Se però esso viene intercettato da uno schermo materiale, l’arresto si realizza in tempi brevi con risultati diversi, che analizzeremo in un
prossimo articolo .
10
——————————————————————————————————————————————————————————
Per gli elettroni in equilibrio sulle orbite, dunque in condizioni stazionarie, la sola lunghezza d’onda che si può definire è quella
associata al moto
di rivoluzione  λeq  ed indica lo spazio percorso in un periodo  Teq ,  che
quindi risulta :
  
diversa da  λ e non è associata ad alcuna grandezza variabile nel tempo.
Tutta la ricostruzione che abbiamo fatto mette in evidenza che la costante di Planck è stata ricavata solo con riferimento alla radiazione
emessa dal corpo nero e quindi solo  alla fascia elettronica dell’atomo.
Essa è quindi intimamente legata allo spazio rotante del protone e alle caratteristiche dell’elettrone e
non è utilizzabile in altri spazi rotanti 
con masse in orbita diverse dall’elettrone.

Se abbiamo, uno spazio rotante Ks²comunque generato, atomico, nucleare o astronomico, rifacendo il percorso di Planck, otteniamo
la stessa relazione:
                                        E = hmν         con    E = Eν = Eeq

dove E rappresenta l’energia di legame della massa  m in moto su un’orbita stabile dello spazio rotante Ks²ν è la frequenza della
radiazione capace di trasferire nello spazio la stessa energia e quindi capace anche di rimuovere la massa  m , portandola fuori dallo
spazio rotante e  h ,rappresenta la solita costante di proporzionalità, riferita però a questo
caso
Si ricava dunque :
        
con qualche semplice sostituzione :
           
11
———————————————————————————————————————————————————————————————-
sostituendo ancora la frequenza di rivoluzione νeq , si ottiene :
        
uguagliando Eeq all’energia trasferita dalla radiazione       Eν = hmν ,      si ha :
           
Questa relazione si applica a qualsiasi spazio rotante, che potrà anche non presentare alcun legame con l’elettrone,
di cui si può ignorare l’esistenza.
Se ripercorriamo la strada indicata trattando lo spazio rotante atomico  (  Art.51   ) , in cui la particella in orbita è l’elettrone, poniamo :
     
L’espressione della frequenza ν della radiazione coincide formalmente con quella ricavata per la fascia elettronica dell’atomo.
Per quanto riguarda la costante di proporzionalità  h , l’espressione fornita coincide esattamente con quella scritta con riferimento
alla fascia elettronica dell’atomo e fornisce il valore massimo del momento angolare della particella di massa   in orbita nello
spazio rotante considerato.

Non abbiamo dunque alcun motivo valido per fornire una relazione
diversa.

Dal punto di vista formale è tuttavia possibile assumere l’elettrone come riferimento per le particelle in orbita e il protone come
generatore dello spazio rotante.

Avendo posto                                                                Zs = Ks²/Kp²

abbiamo assunto per qualsiasi spazio rotante il protone come unità elementare della massa solare generatrice e quindi si ha :

                                              R11s⋅ V11s² = Kp²
12
——————————————————————————————————————————————————————————
indipendentemente dal tipo di spazio rotante. Si ha quindi :
      
in generale sarà :            
Per rapportare questo valore al valore ricavato per la fascia elettronica dello atomo, sostituiamo ancora :

        
e si ottiene :    
Se si vuole dare valore universale alla costante di Planck in modo da utilizzare lo stesso
valore per qualsiasi spazio rotante e qualsiasi massa orbitante, ossia :

             hm = he = h = 2⋅π⋅me⋅R11e⋅V11e = 6.6260755⋅10⁻³⁴ j⋅sec

il fattore in parentesi deve essere trasferito alla frequenza, ponendo :
     
si ottiene così la relazione :                                    Eν = h ⋅ ν

E’ chiaro che, se si sposta solo un fattore, il valore dell’energia che si ottiene non cambia. Cambia però la frequenza  ν della radiazione
emessa e questo è un fatto che ha implicazioni fisicamente importanti.
Non esiste però nessuna ragione teorica valida per fare questa scelta, se non  la volontà di dare
necessariamente un valore universale alla costante di Planck h .
Inoltre, la costanza del valore di  h in spazi rotanti con masse orbitanti diverse crea una contraddizione logica nel processo di emissione
della radiazione.
13
——————————————————————————————————————————————————————————————————
Secondo la teoria che abbiamo esposto, e l’esperimento lo conferma, i fotoni sono pacchetti d’onda che trasferiscono
nello spazio un valore di energia dipendente solo dalla frequenza.
Fotoni che hanno la stessa frequenza sono uguali tra loro ; non possono quindi esistere fotoni che trasferiscono energia diversa con
la stessa frequenza.
Per aumentare l’energia trasmessa a una data frequenza è necessario aumentare il numero di fotoni e non è possibile, per
esempio, aumentare 
l’ampiezza delle oscillazioni, come succede per qualsiasi altro tipo di onda.
E’ chiaro che, essendo un’osservazione sperimentale, questo comportamento dipende dal processi di generazione ed emissione del
fotone e non dalle scelte teoriche fatte per descriverlo.
Vediamo una possibile giustificazione nell’ambito della teoria degli spazi rotanti.

Negli Art.12  ;   Art.13   ;  Art.31   ;  Art.48  abbiamo visto che l’eccentricità dell’orbita percorsa da una massa satellite in moto in uno
spazio rotante è proporzionale all’eccesso di energia rispetto al valore associato all’equilibrio. Se dunque all’elettrone in orbita viene
fornita energia, man mano che essa viene assorbita aumenta l’eccentricità dell’orbita e, quando l’energia assorbita uguaglia
 il valore
associato all’equilibrio, l’eccentricità risulta  e = 1
 , la velocità della massa in orbita raggiunge il valore di fuga e la traiettoria diventa
una parabola. L’elettrone, per esempio  einfigura, si allontana definitivamente dallo spazio rotante, lungo il tratto centrifugo dell’orbita.
Questa fuga impedisce all’elettrone un ulteriore assorbimento di energia, se anche essa è disponibile. Se si continua a fornire energia
all’atomo, essa verrà assorbita da un secondo elettrone  e, che subirà la stessa sorte di  e.
                              
Il valore massimo dell’energia che un elettrone orbitale riesce ad assorbire è uguale all’energia di legame ( energia cinetica di equilibrio )
che lo allontana dall’atomo impedendogli di fatto di assorbire altra energia. Non è dunque possibile avere emissione di elettroni aventi
energia maggiore di quella associata all’orbita di provenienza. Fornendo più energia non aumenta quella dell’elettrone, ma il numero di
quelli emessi. Se dunque vogliamo aumentare l’energia di un fascio di elettroni emessi per effetto fotoelettrico, non possiamo aumentare
la velocità degli elettroni, ma solo il numero di quelli che compongono il fascio, che hanno comunque tutti la stessa energia (zero quando
sono fuori dallo spazio rotante.
Vediamo ora l’analisi del processo inverso, considerando gli elettroni, nell’esempio di figura   e1 ed  e2 , inizialmente lontano, fermi,
fuori dal raggio d’azione dello spazio rotante nucleare.
Come abbiamo già visto, se l’elettrone  e, avente energia iniziale uguale a zero, si trasferisce sull’orbita stabile ppassa in orbita
con energia cinetica  Eeqp , e viene emesso un fotone con frequenza data dalla  relazione      Eeqp = h ⋅ ν ,   in modo da
conservare l’energia totale del sistema.
Se aumentiamo l’energia cinetica iniziale dell’elettrone  della quantità  ΔE , quando esso giunge sull’orbita p , non viene emesso
un fotone di energia maggiorata di   ΔE ,  ma lo stesso fotone di frequenza     ν = Eeqp/h   e l’energia    ΔE  che è stata
fornita inizialmente rimane all’elettrone sull’orbita come energia di eccitazione, facendogli percorrere un’orbita ellittica di eccentricità

e = (ΔE/Eeqp)1/2 .


Aumentando l’energia
ΔE fornita inizialmente aumenta l’eccentricità fino a quando, raggiunto 
il valore  ΔE = Eeqp  
l’orbita

diventa parabolica e l’elettrone inviato sul nucleo non viene assorbito, ma riflesso insieme al fotone ν = Eeqp/h .
Naturalmente, l’energia del fotone emesso è quella fornita inizialmente all’elettrone.

In definitiva, possiamo dire che l’impossibilità di avere fotoni di diversa energia con la stessa frequenza, ovvero di poter variare il
valore dell’energia variando l’ampiezza dell’oscillazione e non il numero di fotoni, deriva dal fatto che non è possibile fornire
all’elettrone in orbita un’energia maggiore di quella associata all’equilibrio  Eeqp  in quanto interviene la velocità di fuga che lo
allontana fuori dal raggio d’azione del nucleo impedendogli di assorbire altra energia.
Se, per esempio, forniamo all’elettrone un’energia iniziale   ΔE = n · Eeqp  , esso percorrerà  orbite paraboliche ( si tratta
di un esperimento ideale ) ritornando infine a distanza infinita dal nucleo, dopo l’emissione di  fotoni aventi tutti la frequenza

ν = Eeqp/h e la stessa energia ΔE/n .

Supponiamo ora di poter realizzare il seguente esperimento.
Abbiamo n elettroni in moto equilibrato sull’orbita p dello spazio rotante di un atomo con  Zs  protoni nucleari. L’energia di legame
di ciascun elettrone in orbita vale  Eeq1  ed è uguale all’energia  Eν1  della radiazione disponibile, secondo la relazione :

                                                 Eν1 = heν = Eeq1 .

Inviando simultaneamente  ne  , fotoni uguali fra loro, sull’orbita otteniamo l’emissione di  ne elettroni
simultaneamente.
In definitiva abbiamo fornito l’energia :
14
——————————————————————————————————————————————————————————————————
     
Sappiamo che nello spazio rotante le caratteristiche orbitali dipendono solo dalla sfera solareche genera lo
spazio rotante, e non dal valore delle masse in moto sulle orbite.
A parte qualche problema, superabile, di stabilità del sistema, supponiamo di sostituire gli n, elettroni presenti sull’orbita, con un solo
aggregato di massa  m = ne⋅ m.
Secondo l’equazione fondamentale degli spazi rotanti                           Veq²⋅ Req = Ks²

il nuovo aggregato si muoverà sull’orbita ancora con la velocità  Veq  e quindi con un’energia cinetica ( energia di legame ) data da :

Dato che la frequenza del moto orbitale non è cambiata rispetto al caso in cui avevamo gli  ne  elettroni, se inviamo sulla massa
m = ne⋅me   ancora gli   n fotoni “simultaneamente”, aventi la stessa frequenza ν e la stessa fase, ciascuno di
essi si trova, come prima,
nelle giuste condizioni dinamiche per fornire il contributo  1/nall’impulso necessario per accelerare la
massa  , che raggiunge così la velocità di fuga.
Se gli elettroni si trovano sulla stessa orbita in condizioni di moto identiche, il fatto che essi siano indipendenti o aggregati in una sola
massa non cambia la dinamica del processo.
E’ dunque possibile produrre l’emissione di una massa m = ne⋅ me  con i fotoni utilizzati nel modo che abbiamo indicato, anche
se la loro frequenza è appena sufficiente per espellere uno solo degli elettroni aggregati.

Questo risultato contraddice però l’ipotesi secondo la quale, per espellere la massa con
energia di legame
   ,
si debba impiegare un solo fotone caratterizzato da una frequenza

          ν = (ne⋅ν)       e quindi energia :       Eν = he⋅ν = he⋅(ne⋅ν) = Eeq
15
——————————————————————————————————————————————————————————————————
Se scriviamo questa relazione nella forma equivalente :              Eν = (ne⋅he)⋅ν = hm⋅ν = Eeq

è facile verificare che, moltiplicando la costante  he  per  nsi “costruisce” un fotone perfettamente equivalente agli ne precedenti,
considerati coerenti ed agenti simultaneamente, con la stessa frequenza ν .

Se ora consideriamo il processo inverso, quando la massa m , partendo da una distanza R →∞ , giunge sull’orbita, viene emesso
un fotone che ha una frequenza dipendente unicamente dalle condizioni di moto che si realizzano 
sull’orbita che, per quanto
abbiamo visto, sarà uguale a ν con una energia uguale a quella di legame  Eeq, secondo la relazione :

                                             Eν = hm⋅ν = Eeq

La costante di Planck, che, con riferimento alla fascia elettronica dell’atomo, abbiamo indicato con h, assume un valore dipendente
dalla massa in orbita sulla fascia periferica dell’atomo, l’elettrone.

La sua caratteristica di costante universale è quindi legata unicamente alla universalità dell’elettrone nell’atomo.

In uno spazio rotante diverso, nel quale l’elettrone non compare come massa orbitante
o non compare affatto, come, per esempio, nel nucleo atomico, non 
è possibile
che la costante  h  assuma un valore dipendente da una particella
inesistente.

Consideriamo quindi la costante di Planck nella sua forma più generale :

Ricordiamo che per lo spazio rotante nucleare abbiamo ricavato :
16
——————————————————————————————————————————————————————————————————
       e per il protone polarizzato in orbita    m = 3/4 · mp
sostituendo si ottiene la costante di Planck valida per le reazioni nucleari:
      
sostituendo i valori numerici si ottiene :

                      hpN = 32.13776478 ⋅ h= 2.129472558⋅10⁻³² j⋅sec

La frequenza della radiazione che bisogna fornire per estrarre un protone dal livello nucleare p di un nucleo atomico di numero atomico
Z  , vale :

ricordando che :   

numericamente si ottiene :  
Per esempio, per poter produrre l’espulsione di un protone dal quarto livello nucleare di un  atomo di stagno  con 
( Z = 50 ; p = 4 )
,
trascurando per il momento l’energia richiesta per altre transizioni connesse, è necessario inviare un fotone
con 
frequenza :
                               ν(50 ; 4) = 6.471102159⋅10¹⁹ Hz⋅(502/3⋅1/4²) = 5.489148⋅10¹⁹ Hz
ed energia :
17
——————————————————————————————————————————————————————————————————
                       Eν(50 ; 4) = hpν(50 ; 4) = 7.2957 MeV

L’energia di legame del protone sul quarto livello nucleare, utilizzando il valore dell’energia per strato riportata nell’ Art.75    vale:


in ottimo accordo con l’energia associata alla radiazione nucleare calcolata.
Se si utilizza il valore corrente della costante di Planck con valore universale, si pone :

                                 hpN = he = h = 6.6260755⋅10⁻³⁴ j⋅sec

e si sposta il secondo fattore sulla frequenza, che diventa :

sostituendo i valori numerici :    

Come si può vedere, considerando la costante di Planck indipendente dallo spazio rotante la frequenza della radiazione associata ai livelli
nucleari risulta maggiore di un fattore uguale a 32,13776478 , ma il valore dell’energia è data comunque dalla relazione :


Se consideriamo, per esempio la transizione di un protone dalla quinta orbita alla quarta in un nucleo di neodimio ( Z = 60 ) , la
radiazione γ emessa avrà :
— energia :

eseguendo i calcoli :                             Eν(60; 5-4) = 2.9659 MeV

— frequenza :

Una maggiore precisione si ottiene utilizzando l’energia per strato (   Art.75    ) :

con i valori numerici :

in ottimo accordo con i valori sperimentali.
18
——————————————————————————————————————————————————————————————————

Art.51 — Origine della teoria dei quanti e della meccanica quantistica universale — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

Vogliamo ora indagare sull’origine fisica della meccanica quantistica con la teoria degli spazi rotanti.
Abbiamo già visto con la teoria generale ( Art.10  ) che, in uno spazio rotante di valore  K²la condizione per avere l’equilibrio orbitale

nel rispetto dei principi di conservazione dell’energia e del momento angolare è che ” il raggio dell’orbita “ soddisfi
la condizione di quantizzazione :
                                                           R = R⋅ p²

in cui  R₁  rappresenta la prima orbita circolare stabile, associata a  p = 1.
Dunque la prima quantizzazione con validità universale, applicabile a tutta la materia, sia ai sistemi atomici e subatomici che a
quelli di dimensioni galattiche, è solo quella del raggio delle orbite. ” Essa è quindi solo di
natura geometrica “.

Applicando la legge fondamentale degli spazi rotanti  (  Art.5  ) :             V²⋅ R = K² = costante

vediamo che “la quantizzazione del raggio genera una quantizzazione della velocità orbitale”,espressa dalla
relazione :
                                                             V = V/p  

dove  V  è la velocità associata alla prima orbita con  p = 1.
Se   è il valore della massa in orbita, l’energia che la lega allo spazio rotante è uguale al valore dell’energia cinetica e vale quindi :
            
Se  mS1 è la massa solare che genera lo spazio rotante centrale  KS12, una massa solare di valore mS = Z⋅mS1 genera uno
spazio rotante dato da :
                                                  KZ² = Z ⋅ KS1²

Nell’ Art.29  abbiamo ricavato per il raggio della sfera planetaria di una massa  m in moto sull’orbita di raggio Rdello spazio rotante
Ks², generato da una massa centrale ms , l’espressione :
               
1
——————————————————————————————————————————————————————————————————
Ponendo :     Ks²/Kp² = Z  ,   si può scrivere :   
e quindi : 

Se  Rp  rappresenta la sfera planetaria del protone, coincidente con il raggio  R11dell’atomo di idrogeno, e   il numero di protoni

presenti nel nucleo che genera lo spazio rotante            KZP² = Z ⋅ Kp² ,       Rn  diventa la sfera planetaria del nucleo formato da
protoni.
Le caratteristiche orbitali dello spazio rotante  KZP² diventano quindi :

L’energia di legame della massa orbitante vale quindi :
 
Trattandosi di uno spazio conservativo, il valore dell’energia di legame  E è uguale all’ energia che viene emessa dallo spazio rotante
quando la massa si sposta sull’orbita, partendo da una distanza teorica R = ∞ coincide anche 
con il valore di energia che

bisogna fornire alla massa in equilibrio sull’orbita per aumentare la sua velocità fino al valore di fuga   Vf = √( 2) ⋅ Veq ,
che la allontana dall’orbita fino alla distanza teorica  R = ∞ .

 Il valore dell’energia assorbita o emessa dipende dal valore della massa in equilibrio
sull’orbita “
e quindi, se si considerano sistemi con valori casuali delle masse, 
per esempio quelli
astronomici,
si avranno valori casuali delle energie.

2
——————————————————————————————————————————————————————————————————
Se invece consideriamo gli atomi, in orbita abbiamo solo elettroni e
quindi il valore dell’energia  E , per un dato l’atomo, dipende solo
dall’orbita occupata 

Possiamo quindi calcolare il valore dell’energia associata all’elettrone sulla prima orbita dell’atomo di idrogeno, con   Z = 1
e   p = 1 abbiamo :
 

sostituendo i valori numerici, si ottiene :
                

Per qualsiasi atomo, l’energia di legame di un elettrone in orbita sarà :
    

con                                                  p = 1  ;  2  ;  3  ;  4  ; …………………

I valori discreti che può assumere il parametro  in qualsiasi spazio rotante impone così  ” solo nella struttura
atomica “
la quantizzazione dell’energia, giustificando così il risultato ottenuto da Planck.

Interpretare quindi il risultato ottenuto sperimentalmente come una caratteristica particolare associata
a tutta la materia non è corretto e porta a circondare la costante di Planck di un alone di mistero attorno
al quale si è sviluppata tutta la meccanica quantistica.

Oggi, con la teoria degli spazi rotanti che abbiamo sviluppato, noi sappiamo che nessun mistero avvolge la variazione per salti discreti del
numero quantico , ma che deriva dalla necessità dello spazio fisico di verificare i principi di conservazione dell’energia
e momento angolare in qualsiasi spazio rotante, atomico o astronomico  (  Art.5   e   Art.6   ), e questo si realizza solo con la
quantizzazione solo del raggio orbitale .

Ritornando alla struttura atomica, fissato il numero atomico , con l’espressione di EZpe  si ottiene il valore dell’energia di
legame di un elettrone su  qualsiasi orbita :

per esempio, per lo stagno, con Z = 50 si ha :
                                              EZpe(50) = 184.657732 eV ⋅ (1/p²)

per un elettrone presente, per esempio, sull’ultima orbita, con p = 5  (orbita di confine dello stagno) , il valore dell’energia di legame

risulta :                                                                             EZpe(50 ; 5) = 7.38630928 eV

Il valore sperimentale dell’energia di prima ionizzazione risulta  Ei(50 ) = 7.344 eVin ottimo accordo
con il valore teorico.


Analogamente, per il radio, con Z = 88 , si ottiene :     EZpe(88) = 269.1798885 eV ⋅ (1 )/p²)

L’energia di estrazione di un elettrone dall’orbita di confine, con p = 7, risulta :    EZ1e(88 ; 7) = 5.493467113 eV.

Il valore sperimentale dell’energia di ionizzazione vale :   Ei(88 ) = 5.279 eV

Un elettrone, per esempio, sul secondo livello ha un’energia di legame :     EZ1e(88 ; 2) = 67.29497213 eV
Queste relazioni mettono in evidenza che :
3
——————————————————————————————————————————————————————————————————
La quantizzazione universale riguarda solo la geometria dell’universo, ossia
le orbite delle sfere planetarie in moto su di esse e le loro velocità orbitali, che sono
indipendenti
dalle masse .

La quantizzazione non è dunque una caratteristica peculiare dei
sistemi atomici e subatomici, ma di tutto l’universo.

Nei sistemi che hanno le masse in orbita tutte uguali fra loro, come i sistemi atomici e
nucleari, alle due quantizzazioni citate si
aggiunge quella della energia.

Con  m costante, il numeratore diventa costante e l’energia dipendente unicamente dal livello occupato, che varia per salti.

La quantizzazione dell’energia non è dunque il risultato di un processo ignoto e misterioso,
ma, molto più semplicemente, ciò che si ricava 
applicando le normali leggi dell’equilibrio
allo spazio rotante atomico, che 
in orbita ha solo elettroni.

4
——————————————————————————————————————————————————————————————————

Art.100a — Catalogo generale e caratteristiche orbitali degli esopianeti, lista/elenco dei sistemi multiplanetari — Antonio Dirita

 

Art.101 — Esopianeti, caratteristiche fisiche e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema planetario extrasolare 55 Cancri, — Antonio Dirita

Art.102 — Esopianeti, caratteristiche fisiche e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema planetario extrasolare PSR 1257 + 12 — Antonio Dirita

Art.103 — Origine e caratteristiche fisiche del sistema extrasolare Alfa Centauri, calcolo teorico dell’orbita di Proxima Centauri — Antonio Dirita

Art.104 — Origine e caratteristiche fisiche del sistema stellare Atlas, Atlante, 27 Tauri — Antonio Dirita

Art.105 — Origine e caratteristiche del sistema stellare 40 Eridani e sistema extrasolare Keid — Antonio Dirita

Art.106 — Origine e caratteristiche del sistema stellare triplo Hadar ( β centauri Aa e β centauri Ab ) — Antonio Dirita

Art.107 — Origine e caratteristiche del sistema stellare triplo EZ Aquarii — Antonio Dirita

Art.108 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler- 90 — Antonio Dirita

Art.109 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler — 30 — Antonio Dirita

Art.110 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare K2-138 — Antonio Dirita

Art.111 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HD 215152 — Antonio Dirita

Art.112 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HR 8799 — Antonio Dirita

Art.113 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-80 — Antonio Dirita

Art.114 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-11 — Antonio Dirita

Art.115 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HD34445 — Antonio Dirita

Art.116 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Titawin (Upsilon Andromedae) — Antonio Dirita

Art.117 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare K2-136 — Antonio Dirita

Art.118 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Nu2 Lupi — Antonio Dirita

Art.119 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-20 — Antonio Dirita

Art.120 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Trappist-1 — Antonio Dirita

Art.121 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-42 — Antonio Dirita

Art.122 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-62 — Antonio Dirita

Art.123 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Gliese 876 — Antonio Dirita

Art.124 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HR 8832 — Antonio Dirita

Art.125 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HD 10180 — Antonio Dirita

Art.126 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Tau Ceti — Antonio Dirita

Art.127 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-102 — Antonio Dirita

Art.128 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Gliese 581 — Antonio Dirita

Art.129 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HD 40307 — Antonio Dirita

Art.130 — Esopianeti, origine e calcolo delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Gliese 667, HR6426 — Antonio Dirita

Art.131 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-154, KOI-435 — Antonio Dirita

Art.132 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HIP 41378 — Antonio Dirit

Art.133 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-238 — Antonio Dirita

Art.134 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-32 — Antonio Dirita

Art.135 — Esopianeti, origine e calcolo delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-292, KOI-1364 — Antonio Dirita

Art.136 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-62, KOI-701 — Antonio Dirita

Art.137 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-186, KOI-571 — Antonio Dirita

Art.138 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-444, KOI-3158 — Antonio Dirita

Art.139 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-122, KOI-232 — Antonio Dirita

Art.140 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-55, KOI-904 — Antonio Dirita

Art.141 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-296 — Antonio Dirita

Art.142 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-33, KOI-707 — Antonio Dirita

Art.143 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare K2-138 — Antonio Dirita

Art.144 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-169 — Antonio Dirita

Art.145 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-84, KOI-1589 — Antonio Dirita

Art.146 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-102, KOI-82 — Antonio Dirita

Art.147 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HD 141399, HIP 77301 — Antonio Dirita

Art.147 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare HD 141399, HIP 77301 — Antonio Dirita

Art.148 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Gliese 676, HIP 85647 — Antonio Dirita

Art.149 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-24, KOI-1102 — Antonio Dirita

Art.150 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-26, KOI-250 — Antonio Dirita

Art.151 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-37, KOI-245 — Antonio Dirita

Art.152 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-48, KOI-148 — Antonio Dirita

Art.153 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-49, KOI-248 — Antonio Dirita

Art.154 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-79, KOI-152 — Antonio Dirita

Art.155 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-82, KOI-880 — Antonio Dirita

Art.156 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-85, KOI-2038 — Antonio Dirita

Art.157 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-89, KOI-94 — Antonio Dirita

Art.158 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-106, KOI-116 — Antonio Dirita

Art.159 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-107, KOI-117 — Antonio Dirita

Art.160 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-132, KOI-284 — Antonio Dirita

Art.161 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-150, KOI-408 — Antonio Dirita

Art.162 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-167, KOI-490 — Antonio Dirita

Art.163 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-172 KOI-510 — Antonio Dirita

Art.164 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-176, KOI-520 — Antonio Dirita

Art.165 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-197, KOI-623 — Antonio Dirita

Art.166 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-208, KOI-671 — Antonio Dirita

Art.167 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-215, KOI-700 — Antonio Dirita

Art.168 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-220, KOI-719 — Antonio Dirita

Art.169 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-221, KOI-720 — Antonio Dirita

Art.170 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-223, KOI-730 — Antonio Dirita

Art.171 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-224, KOI-733 — Antonio Dirita

Art.172 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-235, KOI-812 — Antonio Dirita

Art.173 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-245, KOI-869 — Antonio Dirita

Art.174 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-251, KOI-907 — Antonio Dirita

Art.175 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-256, KOI-939 — Antonio Dirita

Art.176 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-265, KOI-1052 — Antonio Dirita

Art.177 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-282, KOI-1278 — Antonio Dirita

Art.178 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-286, KOI-1306 — Antonio Dirita

Art.179 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-299, KOI-1432 — Antonio Dirita

Art.180 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-304, KOI-1557 — Antonio Dirita

Art.181 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-306, KOI-1567 — Antonio Dirita

Art.182 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-338, KOI-1930 — Antonio Dirita

Art.183 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-341, KOI-1952 — Antonio Dirita

Art.184 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-342, KOI-1955 — Antonio Dirita

Art.185 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-402, KOI-2722 — Antonio Dirita

Art.186 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-758, KOI-1060 — Antonio Dirita

Art.187 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-1388, KOI-2926 — Antonio Dirita

Art.188 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-1542, KOI-4032 — Antonio Dirita

Art.189 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Mu Arae, oppure HD160691, anche Cervantes — Antonio Dirita

Art.190 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare WASP-47, oppure K2-23 — Antonio Dirita

Art.191 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare 61 Virginis, oppure HR 5019 — Antonio Dirita

Art.192 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare 82 G. Eridani, oppure HR 1008 — Antonio Dirita

Art.193 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-30, oppure KOI-806 — Antonio Dirita

Art.194 — Esopianeti, origine e calcolo teorico delle orbite quantizzate del sistema extrasolare Kepler-65, oppure KOI-85 — Antonio Dirita

Art.11.0A– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 11.0a(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 397,24 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

FAMIGLIA   P = ( 11.0A)  ;  Rn = 397,24 ⋅10⁶ Km  ;  rm = 6,77 Km

asteroide
cometa
     R
     (UA)
  e=
√(ΔE/Eeq)
    Rn
 (Km/10⁶)
  RP/RA
         (UA)
   r
  (Km)
   δ
 (g/cm³)
rminp
   (Km)
200240/1999VS82 2.6232594 0.0996872 388,53 ((2.36175390)
/(2.88476495))
114819/2003OU11 2.6265870 0.1057766 388,54 ((2.34875550)
/(2.90441855))
1,659 2 ? 1. 9224
25891/2000WK9 2.7515403 0.2368229 388,54 ((2.09991251)
/(3.40316815))
4,55 2 ? 2. 4050
2913Horta/1931TK 2.7046135 0.1990612 388,57 ((2.16622995)
/(3.24299714))
5,131 2 ? 2. 2600
4156Okadanoboru/1988BE 2.6976356 0.1927018 388,57 ((2.17779625)
/(3.21747506))
7,74 2 ? 2. 2360
20024Mayremartinez
/1992BT2
2.6479642 0.1381023 388,57 ((2.28227428)
/(3.01365431))
4,169 2 ? 2. 0360
5695Remillieux/4577PL 2.6479293 0.1380468 388,58 ((2.28239091)
/(3.01346770))
3,544 2 ? 2. 0358
9653/1996AL2 2.6438645 0.1323155 388,59 ((2.29404006)
/(2.99368907))
3,122 2 ? 2. 0152
200238/1999VA55 2.7035330 0.1978960 388,6 ((2.16851458)
/(3.23855156))
350018/2010JL40 2.6418874 0.1293012 388,61 ((2.30028808)
/(2.98348689))
1,426 2 ? 2. 0042
25349/1999RL127 2.6461693 0.1350315 388,64 ((2.28885303)
/(3.00348573))
2,809 2 ? 2. 0243
26038/2290T-1 2.6226059 0.0962683 388,7 ((2.37013211)
/(2.87507976))
7109Heine/1983RT 2.6577321 0.1490827 388,75 ((2.26151016)
/(3.05395399))
826Henrika/1916ZO 2.7129759 0.2052506 388,76 ((2.1561359)
/(3.2698158))
9,64 2 ? 2. 2812
1983bok/1975LB 2.6237831 0.0978036 388,76 ((2.36716753)
/(2.88039872))
7,851 2 ? 1. 8926
6795Ornskoldsvik
/1993FZ12
2.6399907 0.1250308 388,76 ((2.30991048)
/(2.97007105))
3,039 2 ? 1. 9876
8132Vitginzburg/1976YA6 2.6271721 0.1041332 388,76 ((2.35359621)
/(2.90074801))
114554/2003BK42 2.7273016 0.2171739 388,76 ((2.13500269)
/(3.31960056))
460018/2014OX138 2.6508442 0.1402524 388,76 ((2.27905676)
/(3.02263165))
7202Kigoshi/1995DX1 2.7571822 0.2396927 388,77 ((2.09630565)
/(3.41805878))
4,962 2 ? 2. 4132
8180/1992PY2 2.6278746 0.1053007 388,77 ((2.35115747)
/(2.90459181))
6391Africano/1990BN2 2.6457481 0.1331383 388,78 ((2.29349747)/
(2.99799875))
2,94 2 ? 2. 0161
6048/1991UC1 2.5993809 0.0126792 388,8 ((2.56642272)/
(2.63233908))
3,185 2 ? 1. 6101
9460McGlynn/1998HS30 2.6624331 0.1544156 388,8 ((2.25131186)
/(3.07355450))
4,069 2 ? 2. 0924
C/1996J1-B 1.00059 388,8 ((1.299084)/())
4793Slessor/1988RR4 2.6662330 0.1585288 388,84 ((2.24355808)
/(3.08890802))
6,589 2 ? 2. 1069
22053/2000AO17 2.6588482 0.1496835 388,85 ((2.26086238)
/(3.05683409))
5,603 2 ? 2. 0747
5208Royer/1989CH1 2.6049853 0.0462490 388,87 ((2.48450709)
/(2.72546354))
4,041 2 ? 1. 7180
20049/1993FZ20 2.6736711 0.1666467 388,87 ((2.22811265)
/(3.11922971))
1,985 2 ? 2. 1362
5948Longo/1985JL 2.7375697 0.2245944 388,88 ((2.12272672)
/(3.35241278))
200089/1993FY9 2.6221052 0.0928884 388,88 ((2.37854187)
/(2.86566871))
200248/1999VY137 2.6788194 0.1718924 388,9 ((2.21835047)
/(3.13928835))
2,319 2 ? 2. 1550
1833Shmakova/1969PN 2.6342269 0.1142375 388,93 ((2.33329940)
/(2.93515445))
8,353 2 ? 1. 9479
10781Ritter/1991PV31 2.6389098 0.1215541 388,94 ((2.31813941)
/(2.95968023))
4,279 2 ? 1. 9735
4547Massachuset/1990KP 2.6128864 0.0699801 388,97 ((2.43003618)
/(2.79573663))
16,52 2 ? 1. 7959
6868Seiyauyeda/1992HD 2.6601923 0.1501811 388,98 ((2.26068153)
/(3.05970322))
7,262 2 ? 2. 0751
9359Fleringe/1992ED11 2.6177113 0.0815188 389 ((2.40431861)
/(2.83110408))
2215Sichuan/1964VX2 2.7929351 0.2625546 389,01 ((2.05963714)
/(3.52623301))
6,46 2 ? 2. 4999
200005/2007KT7 2.7545469 0.2366064 389,01 ((2.10280346)
/(3.40629034))
11482/1988BW 2.6404520 0.1232351 389,01 ((2.31505560)
/(2.96584851))
2,957 2 ? 1. 9787
615Roswitha/1906 VR 2.6318663 0.1089932 389,04 ((2.3450107)
/(2.9187220))
23,94 2 ? 1. 9285
200225/1999TJ291 2.7051399 0.1965825 389,04 ((2.17335657)
/(3.23692323))
Weringia/226 2.7126138 0.2031556 389,06 ((2.1615311)
/(3.2636966))
16,92 2 ? 2. 2698
7707Sı/1993HM1 2.6534137 0.1409568 389,06 ((2.27939678)
/(3.02743073))
3,743 2 ? 2. 0411
114651/2003EZ52 2.6799214 0.1717558 389,08 ((2.21962942)
/(3.14021357))
25948/2001EW15 2.6778693 0.1695908 389,08 ((2.22372735)
/(3.13201142))
2,704 2 ? 2. 1446
5784Yoron/1991CY 2.6406142 0.1224204 389,11 ((2.31734901)
/(2.96387940))
3,399 2 ? 1. 9748
200105/1995SO24 2.6291667 0.1034692 389,11 ((2.35712892)
/(2.90120467))
5010Amenemhet/4594PL 2.7143249 0.2042366 389,12 ((2.15996024)
/(3.26868958))
150016/2005UB353 2.6465883 0.1307019 389,16 ((2.30067409)
/(2.99250257))
11101Ceskafilharmonie
/1995SH
2.6225586 0.0897612 389,17 ((2.38715432)
/(2.85796264))
2,684 2 ? 1. 8610
25503/1999XW93 2.6290733 0.1023125 389,19 ((2.36008612)
/(2.89806066))
2,743 2 ? 1. 9039
8462Hazelsears/1981ED22 2.6126249 0.0646268 389,21 ((2.44377921)
/(2.78147068))
200299/2000AY233 2.7230312 0.2110579 389,21 ((2.14831387)
/(3.29774861))
4808Ballaero/1925BA 2.6694119 0.1591902 389,22 ((2.24446752)
/(3.09435629))
9,619 2 ? 2. 1052
5504Lanzerotti/1985FC2 2.6152442 0.0711612 389,25 ((2.42914017)
/(2.80134823))
3,584 2 ? 1. 7972
8145Valujki/1983RY4 2.7573463 0.2373015 389,26 ((2.10302376)
/(3.41166894))
3,516 2 ? 2. 3979
8708/1994DD 2.6622783 0.1503638 389,27 ((2.26196793)
/(3.06258868))
5,582 2 ? 2. 0727
7022/1992JN4 2.6145471 0.0686692 389,29 ((2.43500824)
/(2.79408602))
3,489 2 ? 1. 7886
398Admete/1894BN 2.7392186 0.2235382 389,3 ((2.1268985)
/(3.3515387))
23,49 2 ? 2. 3443
2252Cerga/1978VT 2.6163264 0.0731554 389,3 ((2.42492805)
/(2.80772487))
8,675 2 ? 1. 8035
200255/1999VT204 2.6506704 0.1349016 389,32 ((2.29309061)
/(3.00825027))
200149/1998HL147 2.6356025 0.1121516 389,32 ((2.34001545)
/(2.93118963))
200267/1999XG109 2.6609551 0.1480787 389,34 ((2.26692436)
/(3.05498593))
2,071 2 ? 2. 0637
4108Rakos/3439T-3 2.6436732 0.1246089 389,35 ((2.31424806)
/(2.97309851))
5,127 2 ? 1. 9801
9093Sorada/1995WA 2.6357971 0.1120001 389,36 ((2.34058740)
/(2.93100679))
3,505 2 ? 1. 9358
9077Ildo/1994NC 2.6878254 0.1778600 389,37 ((2.20976864)
/(3.16588233))
2,436 2 ? 2. 1718
356Liguria/1893G 2.7580558 0.2372104 389,38 ((2.1038163)
/(3.4122953))
65,66 2 2. 3960
54Alexandra/1950BT 2.7094807 0.1983062 389,39 ((2.1721738)
/(3.2467877))
82,9 2 2. 2476
7305Ossakajusto/1994CX1 2.7424520 0.2254927 389,4 ((2.12404906)
/(3.36085500))
11,89 2 ? 2. 3506
11044/1990DV 2.7304268 0.2160510 389,4 ((2.14051527)
/(3.32033849))
4,998 2 ? 2. 3146
6758JesseOwens/1980GL 2.6502551 0.1334664 389,41 ((2.29653501)
/(3.00397532))
5,933 2 ? 2. 0108
114902/2003QN25 2.6542224 0.1388537 389,41 ((2.28567368)
/(3.02277125))
2,311 2 ? 2. 0299
20021/1991VM6 2.6151635 0.0678286 389,42 ((2.43778062)
/(2.79254654))
2,796 2 ? 1. 7845
4252Godwin/1985RG4 2.6541278 0.1385721 389,43 ((2.28633969)
/(3.02191592))
3,688 2 ? 2. 0288
7873Boll/1991AE3 2.6355451 0.1107676 389,43 ((2.34361185)
/(2.92747835))
3,09 2 ? 1. 9308
9363/1992GR 2.6486286 0.1309630 389,43 ((2.30175622)
/(2.99550105))
2,682 2 ? 2. 0017
11370Nabrown/1998QD35 2.6326886 0.1058708 389,43 ((2.35396357)
/(2.91141374))
1275cimbria/1932WG 2.6793852 0.1685647 389,44 ((2.22773532)
/(3.13103508))
13,81 2 ? 2. 1369
6139Naomi/1992AD1 2.6622695 0.1489137 389,44 ((2.26582103)
/(3.05871813))
4,747 2 ? 2. 0657
350007/2010GG156 2.6131171 0.0614678 389,44 ((2.45249447)
/(2.77373987))
5345Boynton/1981EY8 2.7607027 0.2387691 389,45 ((2.10153221)
/(3.41987320))
4,412 2 ? 2. 4013
8454Micheleferrero
/1981EG1
2.6153134 0.0674283 389,47 ((2.43896713)
/(2.79165965))
4,999 2 ? 1. 7828
200292/2000AY115 2.7505556 0.2312391 389,47 ((2.11451951)
/(3.38659185))
480740/2016NA10 2.6104438 0.0518349 389,47 ((2.47513163)
/(2.74575599))
25445/1999XK1 2.6199062 0.0787988 389,5 ((2.41346080)
/(2.82635179))
1,928 2 ? 1. 8207
25730/2000AY189 2.7042723 0.1927678 389,52 ((2.18297549)
/(3.22556917))
3,646 2 ? 2. 2254
3152Jones/1983LF 2.6256459 0.0910775 389,53 ((2.38650847)/
(2.86478342))
15,48 2 ? 1. 8620
28008/1997XR11 2.6918901 0.1808169 389,53 ((2.20515077)/
(3.17862952))
3,411 2 ? 2. 1809
26012/2001FG148 2.6442141 0.1234808 389,54 ((2.31770434)/
(2.97072400))
2,251 2 ? 1. 9742
390Alma/1894BC 2.6505857 0.1326219 389,55 ((2.2990599)
/(3.0021115))
11,87 2 ? 2. 0064
10214/1997RT9 2.7242572 0.2100656 389,56 ((2.15198432)
/(3.29653025))
2,625 2 ? 2. 2900
22084/2000AX168 2.6607464 0.1457354 389,59 ((2.27298138)
/(3.04851155))
1,851 2 ? 2. 0527
10875Veracini/1996TG28 2.7322338 0.2163640 389,6 ((2.14107681)
/(3.32339092))
608Adolfine/1906VD 2.6455404 0.1245925 389,62 ((2.6455404)
/(3.3985940))
12,59 2 ? 1. 5152
10564/1993XQ2 2.6596703 0.1440620 389,62 ((2.27651282)
/(3.04282783))
3,488 2 ? 2. 0463
1659Punkaharju/1940YL 2.7893717 0.2574512 389,63 ((2.07124468)
/(3.50749875))
14,01 2 ? 2. 4720
6981Chirman/1993TK2 2.6708396 0.1575308 389,64 ((2.25009994)
/(3.09157925))
3,496 2 ? 2. 0946
2548Leloir/1975DA 2.6324564 0.1027183 389,65 ((2.36205481)
/(2.90285798))
5,182 2 ? 1. 9008
4653Tommaso/1976GJ2 2.6853518 0.1733311 389,65 ((2.21989684)
/(3.15080695))
3,92 2 ? 2. 1520
20016Rietschel/1991TU13 2.6421652 0.1191414 389,65 ((2.32737377)
/(2.95695678))
1,723 2 ? 1. 9578
10975Schelderode
/2246T-2
2.7136941 0.2003813 389,66 ((2.16992038)
/(3.25746797))
1,735 2 ? 2. 2523
6700Kubisova/1988AO1 2.6287850 0.0953612 389,68 ((2.37810073)
/(2.87946932))
5,196 2 ? 1. 8752
2933Ambra/1983HN 2.6106517 0.0466544 389,7 ((2.48885340)
/(2.73245005))
10,23 2 ? 1. 7120
25104Chohyunghoon
/1998RY51
2.6261518 0.0898349 389,7 ((2.39023170)
/(2.86207193))
2,498 2 ? 1. 8562
11259/1978VD3 2.6052335 0.0083063 389,71 ((2.58359361)
/(2.62687349))
254077/2004HR66 2.6680004 0.1534223 389,73 ((2.25866946)
/(3.07733138))
20022/1991VO7 2.6341779 0.1048330 389,74 ((2.35802903)
/(2.91032682))
1,133 2 ? 1. 9073
114548/2003BO31 2.6833385 0.1705462 389,75 ((2.22570534)
/(3.14097177))
4105Tsia/1989EK 2.7036165 0.1905551 389,77 ((2.18842848)
/(3.21880459))
6,667 2 ? 2. 2143
1632Siebohme/1941DF 2.6552141 0.1369364 389,77 ((2.29161853)
/(3.01880971))
14,68 2 ? 2. 0194
20053/1993FK29 2.6433649 0.1197342 389,77 ((2.32686357)
/(2.95986641))
1,707 2 ? 1. 9587
1193Africa/1931HB 2.6459926 0.1237085 389,78 ((2.31866084)
/(2.97332447))
6,11 2 ? 1. 9726
140Siwa/1948AL 2.7328257 0.2157472 389,79 ((2.14835353)
/(3.3224252))
54,9 2 2. 3087
5382McKay/1991JR2 2.6288543 0.0941335 389,79 ((2.38139091)
/(2.87631769))
5,141 2 ? 1. 8700
10061Ndolaprata/1988PG1 2.7134956 0.1992242 389,82 ((2.17290149)
/(3.25408985))
5,219 2 ? 2. 2461
4157Izu/1988XD2 2.6750509 0.1608167 389,83 ((2.24485798)
/(3.10524390))
10,51 2 ? 2. 1044
3835Korolenko/1977SD3 2.6720606 0.1572216 389,85 ((2.25195473)
/(3.09216646))
4,92 2 ? 2. 0912
4166Pontryagin/1978SZ 2.6083820 0.0301567 389,85 ((2.52972171)
/(2.68704234))
4,006 2 ? 1. 6572
10369Sinden/1995CE2 2.6102040 0.0399810 389,86 ((2.50584520)
/(2.71456279))
6,716 2 ? 1. 6889
26028/5554P-L 2.6246671 0.0839599 389,88 ((2.40430028)
/(2.84503411))
2,159 2 ? 1. 8346
4770corsia/1989PC 2.8693629 0.3027952 389,89 ((2.00053362)
/(3.73819234))
4,969 2 ? 2. 6498
4790Petrpravec/1988PP 2.6259613 0.0861837 389,92 ((2.39964631)
/(2.85227643))
8,109 2 ? 1. 8417
7439Tetsufuse/1994XG1 2.6177382 0.0657503 389,92 ((2.44562116)
/(2.78985531))
2,869 2 ? 1. 7731
100128/1993QK8 2.6524361 0.1316431 389,92 ((2.30326102)/
(3.00161137))
25987Katherynshi
/2001FJ66
2.6286540 0.0919661 389,92 ((2.38690688)
/(2.87040129))
1,52 2 ? 1. 8614
5947Bonnie/1985FD 2.6618344 0.1441369 389,93 ((2.27816588)
/(3.04550305))
5,273 2 ? 2. 0433
28011/1997YW3 2.7592107 0.2351060 389,96 ((2.11050371)
/(3.40791770))
2,521 2 ? 2. 3809
200513/2001BC41 2.6262592 0.0862988 389,96 ((2.39961604)
/(2.85290236))
1,423 2 ? 1. 8417
27013/1998FU60 2.6918046 0.1775507 389,99 ((2.21387278)
/(3.16973644))
3,321 2 ? 2. 1637
10568Yoshitanaka
/1994CF1
2.6951940 0.1809266 390 ((2.20756161)
/(3.18282647))
3,208 2 ? 2. 1761
7730Sergerasimov
/1978NN1
2.8455183 0.2894272 390,02 ((2.02194792)/
(3.66908866))
7,346 2 ? 2. 5940
25113Benwasserman
/1998RS65
2.6401414 0.1118291 390,02 ((2.34489669)
/(2.93538621))
1,922 2 ? 1. 9287
460004/2014OB102 2.6731828 0.1570874 390,03 ((2.25325931)
/(3.09310640))
4484Sif/1987DD 2.6338725 0.1003502 390,05 ((2.36956277)
/(2.89818227))
8,133 2 ? 1. 8887
25888/2000UW109 2.7504872 0.2278742 390,1 ((2.12372210)
/(3.37725239))
6,041 2 ? 2. 3513
200536/2001DX94 2.6643673 0.1457987 390,11 ((2.27590590)
/(3.05282879))
2,146 2 ? 2. 0474
9361/1992EM18 2.6322611 0.0963036 390,13 ((2.37876477)
/(2.88575743))
1,763 2 ? 1. 8742
25278/1998VD51 2.6754550 0.1587282 390,16 ((2.25078471)
/(3.10012529))
1,878 2 ? 2. 0934
25740/2000AR202 2.6223361 0.0737989 390,16 ((2.42881044)
/(2.81586184))
2,652 2 ? 1. 7977
Aschera/214 2.6108478 0.0317620 390,18 ((2.5279221)/
(2.6937736))
11,58 2 ? 1. 6595
50038/2000AT54 2.6748717 0.1578017 390,19 ((2.25277230)
/(3.09697113))
4,238 2 ? 2. 0897
25781Rajendra/2000CF38 2.6707599 0.1528785 390,2 ((2.26245798)
/(3.07906187))
2,508 2 ? 2. 0718
8360/1990FD1 2.6454588 0.1183288 390,21 ((2.33242465)
/(2.95849293))
8170/1991PZ11 2.6506159 0.1256408 390,27 ((2.31759021)
/(2.98364166))
3,451 2 ? 1. 9744
9489Tanemahuta/1146T-1 2.6344291 0.0986027 390,27 ((2.37466713)
/(2.89419124))
1,717 2 ? 1. 8806
27161/1999AR4 2.7142097 0.1970579 390,27 ((2.17935319)
/(3.24906640))
1847Stobbe/A916CA 2.6100646 0.0211178 390,29 ((2.55494560)
/(2.66518356))
8,713 2 ? 1. 6246
10711Pskov/1982TT2 2.7433586 0.2212781 390,31 ((2.13631326)
/(3.35040396))
6,505 2 ? 2. 3237
10925Ventoux/1998BK30 2.6189616 0.0610898 390,33 ((2.45896979)
/(2.77895348))
2,597 2 ? 1. 7539
6465Zvezdotchet/1995EP 2.6741650 0.1557114 390,35 ((2.25776703)/
(3.09056308))
7,662 2 ? 2. 0804
25028/1998QL26 2.6502036 0.1238883 390,38 ((2.32187427)
/(2.97853297))
1,601 2 ? 1. 9671
8350/1989AG 2.6643039 0.1432860 390,39 ((2.28254643)
/(3.04606145))
6,698 2 ? 2. 0355
11200/1999CV121 2.7363115 0.2151571 390,4 ((2.14757458)
/(3.32504858))
4,569 2 ? 2. 2994
11014Svatopluk/1982QY1 2.6510931 0.1249944 390,4 ((2.31972113)
/(2.98246520))
7,072 2 ? 1. 9708
1260Walhalla/1933BW 2.6137226 0.0391385 390,41 ((2.51142536)
/(2.71601976))
6,664 2 ? 1. 6814
6803/1995UK7 2.7309426 0.2106740 390,41 ((2.15560385)
/(3.30628142))
2,397 2 ? 2. 2823
9464/1998HL117 2.8643796 0.2980839 390,43 ((2.01055400)
/(3.71820524))
7,878 2 ? 2. 6235
4628Laplace/1986RU4 2.6454003 0.1156523 390,45 ((2.33945347)
/(2.95134721))
9,36 2 ? 1. 9377
3313Mendel/1980DG 2.6551893 0.1303982 390,46 ((2.30895747)
/(3.00142123))
4,396 2 ? 1. 9892
2107Ilmari/1941VA 2.6262666 0.0784001 390,47 ((2.42036700)/
(2.83216620))
8,33 2 ? 1. 8103
150130/1995AN2 2.6217288 0.0662337 390,48 ((2.44808197)
/(2.79537570))
9352/1991UB4 2.6515354 0.1246738 390,5 ((2.32095826)
/(2.98211273))
5,686 2 ? 1. 9687
5574Seagrave/1984FS 2.6431067 0.1112448 390,51 ((2.34907469)
/(2.93713885))
4,426 2 ? 1. 9218
50083/2000AG89 2.6187000 0.0561709 390,52 ((2.47160507)
/(2.76579500))
1,353 2 ? 1. 7360
3286Anatoliya/1980BV 2.6376038 0.1012735 390,53 ((2.37048438)
/(2.90472337))
4,027 2 ? 1. 8873
27153/1998YO5 2.6270886 0.0794322 390,53 ((2.41841315)
/(2.83576404))
3,796 2 ? 1. 8132
7259Gaithersburg
/1994EG1
2.6467055 0.1165837 390,56 ((2.33814273)
/(2.95526832))
6766Charms/1982UC6 2.6918414 0.1735451 390,57 ((2.22468541)
/(3.15899750))
2,887 2 ? 2. 1428
888Parysatis/1918 DC 2.7107931 0.1919441 390,59 ((2.1904723)/
(3.2311138))
22,32 2 ? 2. 2102
4580Bambino/1989EF 2.6387820 0.1023908 390,62 ((2.36859496)
/(2.90896910))
9161Beaufort/1987BZ1 2.6583045 0.1329354 390,65 ((2.30492171)
/(3.01168729))
3,155 2 ? 1. 9962
27166/1999AN20 2.6467489 0.1156069 390,66 ((2.34076643)
/(2.95273141))
1,111 2 ? 1. 9355
1505Koranna/1939HH 2.6593198 0.1340219 390,68 ((2.30291271)
/(3.01572693))
11,14 2 ? 1. 9997
114962/2003QM61 2.6994957 0.1805087 390,68 ((2.21221300)
/(3.18677846))
1,961 2 ? 2. 1670
11346/1997AP14 2.6834506 0.1635169 390,7 ((2.24466094)
/(3.12224036))
3,348 2 ? 2. 1048
3995Sakaino/1988XM 2.6351101 0.0941739 390,71 ((2.38695146)
/(2.88326883))
4,744 2 ? 1. 8613
2796Kron/1980CE 2.6443461 0.1109671 390,72 ((2.35091070)/
(2.93778147))
4,28 2 ? 1. 9188
7118Kuklov/1988VD5 2.6557067 0.1282146 390,76 ((2.31520613)
/(2.99620727))
5,097 2 ? 1. 9785
114544/2003BN28 2.6134748 0.0219935 390,78 ((2.55599520)
/(2.67095456))
7170Livesey/1987MK 2.7014596 0.1816922 390,79 ((2.21062542)
/(3.19229382))
4,844 2 ? 2. 1701
254089/2004JF25 2.6608057 0.1350743 390,79 ((2.30139913)
/(3.02021237))
177Irma/1962 DB B 2.7685043 0.2374904 390,81 ((2.11271498)
/(3.42599745))
36,6 2 ? 2. 3797
5553Chodas/1984CM1 2.7331216 0.2101648 390,81 ((2.15871546)
/(3.30752785))
4,992 2 ? 2. 2757
C/2002Q3 1.0 390,81 ((1.306216)/())
1595Tanga/1930ME 2.6448062 0.1105274 390,82 ((2.35248264)
/(2.93712977))
13,29 2 ? 1. 9163
7796jaracimrman/1996BG 2.6661639 0.1417870 390,83 ((2.28813654)
/(3.04419138))
5,656 2 ? 2. 0256
1238Predappia/1932CA 2.6659614 0.1414081 390,85 ((2.28897263)
/(3.04295019))
10,3 2 ? 2. 0241
200524/2001CL25 2.6669509 0.1423090 390,89 ((2.28741966)
/(3.04648218))
1,584 2 ? 2. 0268
Phaeo/322 2.7817684 0.2463310 390,9 ((2.0965325)
/(3.4670043))
35,42 2 ? 2. 4127
C/1860H1 1.0 390,95 ((1.306664)/())
1545Thernoe/1941UW 2.7703025 0.2379732 390,96 ((2.11104459)
/(3.42956045))
9,328 2 ? 2. 3797
2232Altaj/1969RD2 2.6673039 0.1419469 390,98 ((2.28868824)
/(3.04591958))
5,89 2 ? 2. 0246
200153/1998QY70 2.7985218 0.2570987 390,98 ((2.07902548)
/(3.51801827))
9758Dainty/1991GZ9 2.7461742 0.2197253 390,99 ((2.14277018)
/(3.34957834))
3,867 2 ? 2. 3097
6349Acapulco/1995CN1 2.6656915 0.1396804 391 ((2.29334658)
/(3.03803655))
10,22 2 ? 2. 0164
9512Feijunlong/1966CM 2.6435544 0.1062746 391 ((2.36261173)
/(2.92449723))
3,518 2 ? 1. 8999
6793Palazzolo/1991YE 2.6799773 0.1571180 391,02 ((2.25890452)
/(3.10105017))
4,941 2 ? 2. 0783
21040/1990OZ 2.6810883 0.1584265 391,02 ((2.25633287)
/(3.10584378))
5852Nanette/1991HO 2.7388327 0.2135577 391,04 ((2.15393365)/
(3.32373177))
11,87 2 ? 2. 2858
25491Meador/1999XS84 2.6631681 0.1357495 391,06 ((2.30164428)
/(3.02469208))
3242Bakhchisaraj/1979SG 2.6819370 0.1589862 391,07 ((2.25554584)
/(3.10832817))
3,847 2 ? 2. 0845
200557/2001KH42 2.6540194 0.1224349 391,08 ((2.32907480)
/(2.97896419))
407Arachne/1895CC 2.6266483 0.0686846 391,09 ((2.4462381)
/(2.8070585))
47,53 2 1. 7722
1510Charlois/1939CC 2.6723052 0.1470574 391,13 ((2.27932283)
/(3.06528759))
12,25 2 ? 2. 0413
11310/1993SB15 2.6853662 0.1624066 391,13 ((2.24924499)
/(3.12148743))
3,402 2 ? 2. 0962
7765/1991dC 2.6979519 0.1754552 391,18 ((2.22458215)
/(3.17132174))
3,862 2 ? 2. 1430
10372Moran/1995FO10 2.6188634 0.0389573 391,18 ((2.51683953)
/(2.72088739))
150171/1998DV19 2.6921618 0.1693962 391,18 ((2.23611977)
/(3.14820382))
Alkeste/124 2.6302155 0.0754912 391,23 ((2.4316575)
/(2.8287735))
38,2 2 ? 1. 7935
539Pamina/1904OL 2.7388234 0.2124555 391,23 ((2.1569452)
/(3.3207017))
26,98 2 ? 2. 2795
8949/1997CM28 2.6380789 0.0930571 391,23 ((2.39258673)
/(2.88357113))
2,474 2 ? 1. 8526
7487Toshitanaka/1994YM 2.6905543 0.1672730 391,24 ((2.24049710)
/(3.14061159))
4,05 2 ? 2. 1126
597Bandusia/1906UB 2.6714304 0.1448556 391,25 ((2.2844588)
/(3.0584020))
18,03 2 ? 2. 0321
4056Timwarner/985FZ1 2.6456105 0.1065669 391,28 ((2.36367584)
/(2.92754535))
3,809 2 ? 1. 8982
50050/2000AB63 2.6592071 0.1281284 391,28 ((2.31848721)
/(2.99992716))
1,58 2 ? 1. 9729
8110Heath/1995DE2 2.6310778 0.0765383 391,3 ((2.42969946)
/(2.83245618))
2,948 2 ? 1. 7964
934Thüringia/1920HK 2.7476395 0.2188530 391,35 ((2.1463103
)/(3.3489687))
26,67 2 ? 2. 3021
21005/1988BF5 2.6643131 0.1340398 391,41 ((2.30718908)
/(3.02143720))
4,109 2 ? 1. 9923
1783Albitskij/1935FJ 2.6624655 0.1314075 391,42 ((2.31259763)
/(3.01233337))
12,82 2 ? 1. 9829
6327/1991GP1 2.7595720 0.2276986 391,42 ((2.13122112)
/(3.38792296))
5,487 2 ? 2. 3348
11362/1998EN9 2.6289217 0.0688814 391,42 ((2.44783777)
/(2.81000564))
2,765 2 ? 1. 7699
5932Prutkov/1976GO3 2.6378806 0.0898350 391,44 ((2.4009064)
/(2.87485486))
2,96 2 ? 1. 8398
200268/1999XJ110 2.6335610 0.0801852 391,44 ((2.42238832)
/(2.84473375))
2 ?
25558/1999XT172 2.6652785 0.1351385 391,44 ((2.30509661)
/(3.02546045))
5,212 2 ? 1. 9959
9428Angelalouise
/1996DW2
2.7083918 0.1839497 391,46 ((2.21018395)
/(3.20659965))
7,039 2 ? 2. 1710
5552Studnicka/1982SJ1 2.7806630 0.2427447 391,47 ((2.10567174)
/(3.45565429))
3,666 2 ? 2. 3918
114926/2003QW42 3.1988848 0.4265629 391,47 ((1.83435914)
/(4.56341049))
2,529 2 ? 3. 1517
10387Bepicolombo
/1996UQ
2.6869691 0.1614851 391,48 ((2.25306368)
/(3.12087464))
200107/1995SG78 2.6245346 0.0537640 391,49 ((2.48342911)
/(2.76564028))
Kleopatra/216 2.7933788 0.2506176 391,5 ((2.0933087)
/(3.4934488))
62 2 2. 4202
254099/2004KR8 2.7037113 0.1790377 391,5 ((2.21964501)
/(3.18777767))
11303/1993CA1 2.6476197 0.1070681 391,54 ((2.36414395)
/(2.93109562))
3,057 2 ? 1. 8974
6552Higginson/1989GH 2.6694246 0.1393964 391,58 ((2.29731635)
/(3.04153299))
4,702 2 ? 2. 0094
25179/1998SG100 2.7345607 0.2068293 391,58 ((2.16897339))
/(3.30014808))
4,207 2 ? 2. 2543
2652Yabuuti/1953GM 2.6360333 0.0832816 391,61 ((2.41650016)
/(2.85556653))
3,605 2 ? 1. 8161
Adeona/145 2.6735443 0.1444442 391,62 ((2.2876481)
/(3.0597224))
75,55 2 2. 0269
74Galatea/A908OC 2.7776030 0.2397272 391,65 ((2.1117360)
/(3.4434700))
59,35 2 ? 2. 3781
9580Tarumi/1989TB11 2.6660194 0.1341536 391,65 ((2.30836330)
/(3.02367566))
150088/2006XY16 2.6445752 0.1002280 391,65 ((2.37951462)
/(2.90963593))
480603/2015MH97 2.6712871 0.1410720 391,67 ((2.29444309)
/(3.04813127))
200539/2001EY11 2.6558323 0.1190842 391,67 ((2.33956449)
/(2.97210018))
25026/1998QF23 2.6540439 0.1161876 391,68 ((2.34567678)
/(2.96241117))
1,977 2 ? 1. 9274
547Praxedis/1904PB 2.7730009 0.2362017 391,69 ((2.1180133)
/(3.4279885))
34,84 2 ? 2. 3640
4771Hayashi/1989RM2 2.6843896 0.1568157 391,7 ((2.26343502)
/(3.10534423))
6,255 2 ? 2. 0700
7561Patrickmichel
/1986TR2
2.7792267 0.2405823 391,7 ((2.11059392)
/(3.44785964))
10351Seiichisato/1992SE1 2.6817889 0.1537859 391,7 ((2.26936762)
/(3.09421032))
4,707 2 ? 2. 0592
21089Mochizuki/1992CQ 2.6660406 0.1337217 391,7 ((2.30953288)
/(3.02254836))
3,836 2 ? 1. 9882
3687Dzus/A908TC 2.7276840 0.2001125 391,72 ((2.18184033)
/(3.27352773))
15,47 2 ? 2. 2277
200512/2001BR25 2.6524228 0.1130970 391,72 ((2.35244153)
/(2.95240415))
4719Burnaby/1990WT2 2.6994421 0.1730699 391,73 ((2.23224986)
/(3.16663433))
5,149 2 ? 2. 1283
4695Mediolanum/1985RU3 2.6690798 0.1375972 391,73 ((2.30182169)
/(3.03633795))
5,046 2 ? 2. 0016
25151Stefanschroder
/1998SS53
2.7624778 0.2282401 391,73 ((2.13196957)
/(3.39298613))
3,943 2 ? 2. 3332
7940Erichmeyer/1991EO1 2.6383887 0.0862020 391,76 ((2.41095436)
/(2.86582308))
10784Noailles/1991RQ11 2.6232193 0.0412051 391,76 ((2.51512919)
/(2.73130944))
3,073 2 ? 1. 6764
200256/1999VQ225 2.7092190 0.1792782 392,27 ((2.22351508)
/(3.19492297))
100152/1993TN19 2.6645285 0.1261024 392,27 ((2.32852496)
/(3.00053209))
2,322 2 ? 1. 9559
2412Wil/3537PL 2.6801002 0.1467669 392,3 ((2.28675007)
/(3.07345038))
5,845 2 ? 2. 0280
5671Chanal/1985XR 2.6417536 0.0856375 392,3 ((2.41552038)
/(2.86798697))
4,08 2 ? 1. 8176
9358Faro/1992DN7 2.6442301 0.0906981 392,32 ((2.40440328)
/(2.88405695))
2,845 2 ? 1. 8344
100052/1991VP5 2.7946048 0.2481506 392,32 ((2.10112179)
/(3.48808792))
3,255 2 ? 2. 4022
3315Chant/1984CZ 2.6415786 0.0847952 392,33 ((2.41758549)
/(2.86557177))
4,747 2 ? 1. 8145
114617/2003DU20 2.6494967 0.1007613 392,33 ((2.38252984)
/(2.91646373))
150182/1998GM7 2.7026007 0.1721213 392,33 ((2.23742538)
/(3.16777615))
7233Majella/1986EQ5 2.6680756 0.1305095 392,34 ((2.31986623)
/(3.01628507))
8327Weihenmayer
/1981JE3
2.6762789 0.1415974 392,34 ((2.29732469)
/(3.05523327))
4,416 2 ? 2. 0094
10877JiangnanTianchi
/1996UR
2.6932638 0.1618113 392,36 ((2.25746334)
/(3.12906443))
3,262 2 ? 2. 0810
9982/1995CH 2.6877001 0.1552594 392,38 ((2.27040941)
/(3.10499098))
2,055 2 ? 2. 0573
8987/1978VD4 2.6452775 0.0917872 392,39 ((2.40247472)
/(2.88808028))
1,654 2 ? 1. 8374
350001/2010GX98 2.6279704 0.0436071 392,39 ((2.51337221)
/(2.74256867))
9153Chikurinji/1981UD2 2.6876605 0.1548583 392,43 ((2.27145381)
/(3.10386733))
3,617 2 ? 2. 0554
11009/1981ET10 2.6993898 0.1679722 392,43 ((2.24596721)
/(3.15281242))
3407Jimmysimms/1973DT 2.6874679 0.1544275 392,45 ((2.27244891)
/(3.10248686))
7,838 2 ? 2. 0536
6663Tatebayashi/1993CC 2.6690807 0.1308527 392,45 ((2.31982414)
/(3.01833727))
4,292 2 ? 1. 9706
2514Taiyuan/1964TA1 2.6506212 0.1012952 392,46 ((2.38212602)
/(2.91911646))
4,393 2 ? 1. 8689
1926Demiddelaer/1935JA 2.6551887 0.1092475 392,47 ((2.36511581)
/(2.94526164))
8,876 2 ? 1. 8959
5373/1988VV3 2.6475944 0.0953495 392,47 ((2.39514764)
/(2.90004127))
7379Naoyaimae/1981CE29 2.6638433 0.1230289 392,47 ((2.33611358)
/(2.99157308))
1,639 2 ? 1. 9432
100162/1993TS30 2.6811253 0.1466418 392,47 ((2.28796010)
/(3.07429059))
369Aëria/1893AE 2.6487316 0.0973891 392,49 ((2.3907739)
/(2.9066893))
30 2 ? 1. 8554
9550Victorblanco/1985TY1 2.6439677 0.0875603 392,5 ((2.41246093)/
(2.87547451))
6,454 2 ? 1. 8222
4237Raushenbakh
/1979SD4
2.6468785 0.0934516 392,51 ((2.39952343)/
(2.89423370))
5274Degewij/1985RS 2.6752872 0.1387242 392,52 ((2.30416005)
/(3.04641451))
7,941 2 ? 1. 9975
77Frigga/1936SP 2.6693105 0.1304630 392,53 ((2.3210644)/
(3.0175567))
34,6 2 ? 1. 9685
10591Caverni/1996PD3 2.6245520 0.0147762 392,54 ((2.58577114)
/(2.66333300))
114822/2003ON15 2.7388446 0.2048176 392,54 ((2.17788088)
/(3.29980834))
200188/1999RL93 2.6532055 0.1049187 392,54 ((2.37483443)
/(2.93157662))
4046Swain/1953TV 2.6352473 0.0650844 392,56 ((2.46373357)
/(2.80676105))
6,585 2 ? 1. 7471
29088/1981DR2 2.6885328 0.1547948 392,56 ((2.27236172)
/(3.10470400))
4,627 2 ? 2. 0538
25545/1999XG164 2.6941232 0.1610059 392,59 ((2.26035350)
/(3.12789308))
2,42 2 ? 2. 0757
6153Hershey/1990OB 2.8451100 0.2785074 392,61 ((2.05272580)
/(3.63749430))
9,699 2 ? 2. 5168
9034Oleyuria/1990QZ17 2.6432311 0.0843469 392,61 ((2.42028273)
/(2.86617946))
5,639 2 ? 1. 8104
4645Tentaikojo/1990SP4 2.6725180 0.1340188 392,62 ((2.31435039)
/(3.03068566))
8,176 2 ? 1. 9799
5416Estremadoyro
/1978VE5
2.7804534 0.2368467 392,62 ((2.12191207)
/(3.43899477))
8,722 2 ? 2. 3554
100031/1991FM2 3.0826362 0.3855230 392,62 ((1.89420894)/
(4.27106362))
8380Tooting/1992SW17 2.8594113 0.2865933 392,63 ((2.03992314)
/(3.67889949))
3,921 2 ? 2. 5485
1827Atkinson/1962RK 2.7101813 0.1775477 392,66 ((2.22899493)
/(3.19136773))
4,427 2 ? 2. 1345
394Arduina/1894BH 2.7663495 0.2261863 392,67 ((2.1406392)
/(3.3920598))
15,66 2 ? 2. 3143
4630Chaonis/1987WA 2.6690264 0.1286284 392,67 ((2.32571365)
/(3.01233925))
3,764 2 ? 1. 9606
6898Saint-Marys/1988LE 2.6651330 0.1230054 392,67 ((2.33730714)
/(2.99295894))
4,224 2 ? 1. 9412
1655ComasSola/1929WG 2.7795537 0.2358843 392,68 ((2.12390064)
/(3.43520692))
17,97 2 ? 2. 3509
Pallas/2 2.7727793 0.2308348 392,69 ((2.1327252)
/(3.4128334))
272,5 3.1 1. 6654
4149Harrison/1984EZ 2.6658264 0.1235912 392,71 ((2.33635371)
/(2.99529916))
5,065 2 ? 1. 9428
300013/2006UG72 2.8038135 0.2524358 392,72 ((2.09603053)
/(3.51159659))
1484Postrema/1938HC 2.7389914 0.2037340 392,74 ((2.18096559)
/(3.29701717))
20,44 2 ? 2. 2295
1777Gehrels/4007PL 2.6262688 0.0172383 392,77 ((2.58099643)
/(2.67154123))
5,93 2 ? 1. 5920
480773/2016PR11 2.7336748 0.1988727 392,78 ((2.19002145)
/(3.27732816))
150089/2006XL30 2.7538287 0.2156830 392,8 ((2.15987451)
/(3.34778300))
1427Ruvuma/1937KB 2.7492576 0.2119415 392,81 ((2.16657571)
/(3.33193961))
17,7 2 ? 2. 2592
150093/4197P-L 2.7416511 0.2055509 392,82 ((2.17810206)
/(3.30520032))
0,955 2 ? 2. 2354
3404Hinderer/1934CY 2.6681996 0.1258524 392,83 ((2.33240023)
/(3.00399902))
4,211 2 ? 1. 9494
9225Daiki/1996AU 2.6844077 0.1476315 392,83 ((2.28810446)
/(3.08071098))
2,492 2 ? 2. 0256
350008/2010GW157 2.6394612 0.0714539 392,84 ((2.45086118)
/(2.82806128))
200146/1998FS136 2.6959873 0.1610621 392,85 ((2.26176566)
/(3.13020895))
10550Malmo/1992RK7 2.6291921 0.0341133 392,86 ((2.53950175)
/(2.71888260))
50022/2000AX36 2.6426471 0.0790594 392,86 ((2.43372085)
/(2.85157343))
10803Careyo/1992UK9 2.6290390 0.0322334 392,89 ((2.54429606)
/(2.71378196))
3,612 2 ? 1. 6382
10915/1997YU16 2.6274588 0.0202915 392,9 ((2.57414360)
/(2.68077413))
2,097 2 ? 1. 6005
9738/1987DF6 2.6662998 0.1222784 392,91 ((2.34026883)
/(2.99233094))
3,237 2 ? 1. 9363
9536Statler/1981UR27 2.6597587 0.1116930 392,93 ((2.36268210)
/(2.95683547))
4,945 2 ? 1. 8998
27015/1998HS135 2.6352681 0.0574313 392,93 ((2.48392104)
/(2.78661521))
2,019 2 ? 1. 7188
3252Johnny/1981EM4 2.6622207 0.1154616 392,95 ((2.35483621)
/(2.96960520))
3,904 2 ? 1. 9124
8597Sandvicensis/2045T-2 2.6875874 0.1504916 392,95 ((2.28312786)
/(3.09204699))
2,652 2 ? 2. 0345
3897Louhi/1942RT 2.6936276 0.1572318 393 ((2.27010351)
/(3.11715174))
5,385 2 ? 2. 0579
980Anacostia/1921W19 2.7397049 0.2027772 393 ((2.1841553)
/(3.2952544))
43,95 2 ? 2. 2230
3718Dunbar/1978VS1 2.6348373 0.0543035 393 ((2.49175631)
/(2.77791841))
3,501 2 ? 1. 7080
C/1863T1 1.000665 393,01 ((1.313114)/())
200485/2000YE38 2.6333506 0.0484704 393,02 ((2.50571090)
/(2.76099042))
1,335 2 ? 1. 6891
1936Lugano/1973WD 2.6767301 0.1357967 393,05 ((2.31323895)
/(3.04022133))
15,52 2 ? 1. 9818
3497Innanen/1941HJ 2.6881721 0.1503909 393,05 ((2.28389538)
/(3.09244889))
9,106 2 ? 2. 0331
10006Sessai/1976UR15 2.6354940 0.0555202 393,05 ((2.48917086)
/(2.78181730))
3,484 2 ? 1. 7116
6410Fujiwara/1992WO4 2.7699127 0.2268117 393,06 ((2.14166389)
/(3.39816159))
7,411 2 ? 2. 3121
25390/1999UU10 2.7204432 0.1847789 393,08 ((2.21776249)
/(3.22312394))
5981Kresilas/2140PL 2.7620837 0.2206311 393,09 ((2.15268206)
/(3.37148543))
4,494 2 ? 2. 2885
7427/1992VD 2.6478990 0.0868468 393,13 ((2.41793739)
/(2.87786061))
3,039 2 ? 1. 8139
Ino/173 2.7459328 0.2072368 393,14 ((2.17127317)
/(3.3149912))
77,05 2 2. 2379
789Lena/1914UU 2.6862344 0.1471453 393,15 ((2.2909675)
/(3.0815013))
8443Svecica/4343T-3 2.7878892 0.2393958 393,16 ((2.12048026)
/(3.45529830))
6,025 2 ? 2. 3585
8994Kashkashian/1980VG 2.7812712 0.2346905 393,16 ((2.12853326)
/(3.43400925))
3,239 2 ? 2. 3407
200217/1999TF200 2.6506789 0.0922930 393,16 ((2.40603984)
/(2.89531808))
1,117 2 ? 1. 8319
1734Zhongolovich/1928TJ 2.7771345 0.2314432 393,2 ((2.13438554)
/(3.41988344))
12,81 2 ? 2. 3279
5976Kalatajean/1992SR2 2.6814431 0.1405883 393,21 ((2.30446336)
/(3.05842289))
5,569 2 ? 1. 9970
6975Hiroaki/1992QM 2.8677014 0.2888587 393,21 ((2.03934077)
/(3.69606205))
9,128 2 ? 2. 5499
25099Mashinskiy
/1998RS47
2.6407142 0.0681195 393,21 ((2.46083009)
/(2.82059842))
10981Fransaris/1148T-3 2.7935015 0.2430402 393,22 ((2.11456819)
/(3.47243489))
4,913 2 ? 2. 3717
10669Herfordia/1977FN 2.6768934 0.1343112 393,23 ((2.31735672)
/(3.03643024))
4327Ries/1982KB1 2.7702292 0.2260291 393,25 ((2.14407675)
/(3.39638179))
7,4 2 ? 2. 3069
114864/2003QM1 2.6655671 0.1175314 393,25 ((2.35227932)
/(2.97885501))
2940bacon/3042PL 2.7830105 0.2354027 393,26 ((2.12788231)
/(3.43813872))
4,476 2 ? 2. 3422
25926/2001DY48 2.7005605 0.1630559 393,26 ((2.26021809)
/(3.14090300))
1,772 2 ? 2. 0759
6842Krosigk/3016PL 2.6538352 0.0968760 393,28 ((2.39674234)
/(2.91092818))
2,89 2 ? 1. 8462
2457Rublyov/1975TU2 2.6405574 0.0661782 393,29 ((2.46581015)
/(2.81530476))
7,484 2 ? 1. 7442
7204Ondrejov/1995GH 2.6682117 0.1210957 393,31 ((2.34510260)
/(2.99132095))
2,843 2 ? 1. 9284
Fraternitas/309 2.6645300 0.1151207 393,32 ((2.3577875)
/(2.9712725))
22,66 2 ? 1. 9077
Kassandra/114 2.6782486 0.1353282 393,32 ((2.3158060)
/(3.0406911))
49,8 2 1. 9775
4523MIT/1981DM1 2.6822160 0.1404976 393,33 ((2.30537096)
/(3.05906111))
8,183 2 ? 1. 9954
3513Quqinyue/1965UZ 2.6298466 0.0122350 393,36 ((2.59767034)
/(2.66202291))
5,999 2 ? 1. 5716
114999/2003QR74 2.6602049 0.1075144 393,36 ((2.37419446)
/(2.94621542))
114536/2003BM20 2.7409847 0.2016121 393,38 ((2.18836891)
/(3.29360053))
25138Jaumann/1998SM24 2.6597793 0.1065594 393,38 ((2.37635475)
/(2.94320387))
706Hirundo/1910KX 2.7320298 0.1935696 393,39 ((2.2031919)
/(3.2608678))
14,61 2 ? 2. 1848
1135Colchide/1929TA 2.6655971 0.1160539 393,4 ((2.35624413)/
(2.97495011))
25,3 2 ? 1. 9102
8605/1968OH 2.7081697 0.1702273 393,4 ((2.24716534)
/(3.16917420))
2,819 2 ? 2. 1001
11322Aquamarine/1995QT 2.7262730 0.1881949 393,4 ((2.21320231)
/(3.23934385))
1,799 2 ? 2. 1651
C/2013X1 1.00105 393,4 ((1.314180)/())
23081/1999XQ105 2.6891772 0.1486135 393,41 ((2.28952894)
/(3.08882556))
1,614 2 ? 2. 0231
((10467/1981EZ7 2.6918448 0.1517611 393,42 ((2.28332734)/
(3.10036240))
2 ?
26063/2634T-3 2.6476614 0.0819650 393,42 ((2.43064581)
/(2.86467708))
1,474 2 ? 1. 7950
23092/1999XT136 2.7234258 0.1852765 393,43 ((2.21883907)
/(3.22801271))
2,094 2 ? 2. 1541
6325/1991EA1 2.7391501 0.1996279 393,44 ((2.19233918)
/(3.28596120))
6,072 2 ? 2. 2065
2015XN63 20.86532 0.9348557 393,44 ((1.3592564)
/(40.371))
5406Jonjoseph/1991PH11 2.6679359 0.1189403 393,47 ((2.35061066)
/(2.98526123))
8,429 2 ? 1. 9193
5831Dizzy/1991JG 2.6862546 0.1443286 393,49 ((2.29855120)
/(3.07395800))
7,839 2 ? 2. 0073
8383/1992UA3 2.6568570 0.0994682 393,53 ((2.39258410)
/(2.92112999))
3,467 2 ? 1. 8526
25082Williamhodg
/1998RP1
2.7610699 0.2173702 393,53 ((2.16089562)
/(3.36124431))
2,608 2 ? 2. 2711
25584Zhangnelso
/1999XO221
2.6388740 0.0556129 393,55 ((2.49211830)
/(2.78562970))
1,983 2 ? 1. 7075
200521/2001CA15 2.6688129 0.1192996 393,57 ((2.35042435)
/(2.98720149))
200077/5134T-2 2.6694454 0.1201322 393,58 ((2.34875912)
/(2.99013181))
6907Harryford/1990WE 2.7384494 0.1981233 393,59 ((2.19589867)
/(3.28100028))
6,069 2 ? 2. 1993
5271Kaylamaya/1979MH7 2.6679984 0.1176872 393,6 ((2.35400910)
/(2.98198780))
2,326 2 ? 1. 9138
5344Ryabov/1978RN 2.7039599 0.1640035 393,63 ((2.26050095)
/(3.14741903))
5,417 2 ? 2. 0754
10804Amenouzume
/1992WN3
2.7639020 0.2189829 393,65 ((2.15865462)
/(3.36914942))
4,714 2 ? 2. 2759
25566Panying/1999XM177 2.6435234 0.0676729 393,65 ((2.46462853)
/(2.82241837))
114514/2003BX5 2.6552303 0.0943517 393,68 ((2.40470473)/
(2.90575598))
5502Brashear/1984CE 2.6738575 0.1256395 393,69 ((2.33791533)/
(3.00979967))
3,233 2 ? 1. 9402
4763giro/1983BM 2.6586165 0.1004275 393,71 ((2.39161827)/
(2.92561480))
5,124 2 ? 1. 8541
5388Mottola/1981ED1 2.6868637 0.1431056 393,72 ((2.30235838)/
(3.07136918))
6694/1986PF 2.6398779 0.0543913 393,75 ((2.49629138)/
(2.78346449))
3,735 2 ? 1. 7018
3365Recogne/1985CG2 2.7142031 0.1739122 393,76 ((2.24216989)/
(3.18623635))
8,858 2 ? 2. 1095
26Proserpina/1935 KK 2.6540539 0.0907192 393,77 ((2.4132802)
/(2.8948276))
47,53 2 1. 8209
82Alkmene/1952BB 2.7643410 0.2186238 393,77 ((2.1599901)
/(3.3686918))
30,05 2 ? 2. 2730
6401Roentgen/1991GB2 2.6763377 0.1284811 393,77 ((2.33247897)
/(3.02019652))
3,94 2 ? 1. 9493
1457Ankara/1937PA 2.6966042 0.1544680 393,78 ((2.28006492)
/(3.11314351))
8,917 2 ? 2. 0399
8947Mizutani/1997CH26 2.7551825 0.2111869 393,79 ((2.17332386)
/(3.33704116))
4,294 2 ? 2. 2452
5607/1993EN 2.6771047 0.1292698 393,8 ((2.33103582)
/(3.02317365))
4,555 2 ? 1. 9517
25042Qiujun/1998QN42 2.7255737 0.1848961 393,8 ((2.22162577)
/(3.22952173))
3422Reid/1978GU 2.6929821 0.1498529 393,82 ((2.28943309)
/(3.09653108))
25950/2001EU16 2.7008743 0.1590393 393,83 ((2.27132907)
/(3.13041970))
2,546 2 ? 2. 0557
9362Miyajima/1992FE1 2.6772111 0.1289118 393,85 ((2.33208681)
/(3.02233545))
4,411 2 ? 1. 9499
10064Hirosetamotsu
/1988UO
2.7281818 0.1870330 393,85 ((2.21792156)
/(3.23844206))
4,812 2 ? 2. 1558
5584Izenberg/1989KK 2.6731529 0.1228816 393,86 ((2.34467153)
/(3.00163430))
3,214 2 ? 1. 9291
6373Stern/1986EZ 2.6543073 0.0900284 393,86 ((2.41534413)
/(2.89327063))
4,628 2 ? 1. 8178
25370Karenfletch
/1999TW144
2.6615333 0.1038995 393,86 ((2.38500139)
/(2.93806537))
20090/1994PN16 2.6953207 0.1522626 393,87 ((2.28492411)
/(3.10571735))
2,003 2 ? 2. 0313
8214Mirellalilli/1995FH 2.6406546 0.0538462 393,89 ((2.49846530)
/(2.78284398))
150047/2005YB17 2.6617841 0.1039554 393,89 ((2.38507723)
/(2.93849100))
6583Destinn/1984DE 2.6606262 0.1017750 393,9 ((2.38984093)
/(2.93141161))
5,596 2 ? 1. 8568
Asterope/233 2.6598923 0.1004411 393,91 ((2.3927298)
/(2.9270548))
51,39 2 1. 8524
200262/1999XO46 2.7347664 0.1927227 393,92 ((2.20771468)
/(3.26181817))
100189/1994CK3 2.6663657 0.1115025 393,92 ((2.36905923)
/(2.96367228))
473Nolli/1901GC 2.6631909 0.1059851 393,93 ((2.3809323)
/(2.9454495))
114908/2003QO27 2.7465379 0.2030219 393,94 ((2.18893046)
/(3.30414538))
11123Aliciaclaire/1996RT24 2.6719831 0.1201737 393,95 ((2.35088108)
/(2.99308531))
3511Cvetaeva/1982TC2 2.7446841 0.2010166 394,01 ((2.19295701)
/(3.29641113))
150179/1998FN15 2.7264685 0.1838358 394,09 ((2.22524593)
/(3.22769120))
114642/2003EG39 2.6435408 0.0587394 394,1 ((2.48826067)
/(2.79882105))
114503/2003AG77 2.6359830 0.0243294 394,1 ((2.57185095)
/(2.70011507))
1483Hakoila/1938DJ1 2.7191913 0.1765543 394,11 ((2.23910630)
/(3.19927642))
5,316 2 ? 2. 1152
7617/1996VF30 2.7804569 0.2290374 394,13 ((2.14362812)
/(3.41728582))
5,99 2 ? 2. 3079
10266Vladishukhov
/1978SA7
2.7921955 0.2374682 394,15 ((2.12913769)
/(3.45525340))
5,028 2 ? 2. 3394
6533Giuseppina/1995DM1 2.6383532 0.0368127 394,16 ((2.54122828)
/(2.73547827))
3,542 2 ? 1. 6422
7339/1991RA16 2.6836459 0.1349418 394,16 ((2.32150969)
/(3.04578214))
5,688 2 ? 1. 9677
6894Macreid/1986RE2 2.6499758 0.0753010 394,18 ((2.45042998)
/(2.84952177))
3,839 2 ? 1. 7661
114945/2003QO54 2.7719821 0.2223358 394,18 ((2.15567120)
/(3.38829310))
2,362 2 ? 2. 2822
10746Muhlhausen
/1989CE6
2.7006343 0.1558264 394,2 ((2.27980403)
/(3.12146463))
2,667 2 ? 2. 0404
2816Pien/1982SO 2.7307374 0.1871220 394,21 ((2.21975632)
/(3.24171852))
14,13 2 ? 2. 1523
20051/1993FE26 2.7091748 0.1651108 394,24 ((2.26186057)
/(3.15648908))
2,959 2 ? 2. 0729
3775Ellenbeth/1931TC4 2.7854222 0.2319755 394,27 ((2.13927241)
/(3.43157211))
8,541 2 ? 2. 3173
1680PerBrahe/1942CH 2.7256219 0.1817409 394,28 ((2.23026475)
/(3.22097915))
6,98 2 ? 2. 1321
10716Olivermorton
/1983WQ
2.6723614 0.1172350 394,28 ((2.35906710)
/(2.98565582))
7,562 2 ? 1. 9056
7625Louisspohr/2150T-2 2.7951540 0.2388845 394,29 ((2.12743493)
/(3.46287306))
4,745 2 ? 2. 3431
25094Zemtsov/1998RF46 2.6436031 0.0548217 394,29 ((2.49867614)
/(2.78853011))
2805Kalle/1941UM 2.6934926 0.1462528 394,32 ((2.29956176)
/(3.08742354))
8,312 2 ? 2. 0055
114522/2003BD12 2.6644987 0.1036891 394,32 ((2.38821919)
/(2.94077821))
9804/1997NU 2.6714884 0.1152234 394,34 ((2.36367023)
/(2.97930665))
3,042 2 ? 1. 8982
9904Mauratombelli
/1997OC1
2.7332638 0.1886260 394,34 ((2.21769893)
/(3.24882872))
10740Fallersleben
/1988RX2
2.6681248 0.1095361 394,36 ((2.37586865)
/(2.96038109))
6005/1989BD 2.6989849 0.1524112 394,38 ((2.28762932)
/(3.11034052))
4,59 2 ? 2. 0265
8158Herder/1989UH7 2.6462441 0.0611695 394,39 ((2.48437476)
/(2.80811357))
2,539 2 ? 1. 7182
4135Svetlanov/1966PG 2.7877207 0.2329841 394,4 ((2.13822602)
/(3.43721549))
12,1 2 ? 2. 3195
1708Polit/1929XA 2.9115511 0.3073733 394,41 ((2.01661784)
/(3.80648438))
14,35 2 ? 2. 6077
5608Olmos/1993EO 2.6421506 0.0462856 394,41 ((2.51985694)
/(2.76444430))
3,361 2 ? 1. 6702
200244/1999VL119 2.6629597 0.0993114 394,44 ((2.39849732)
/(2.92742226))
1,524 2 ? 1. 8435
7812Billward/1984UT 2.7835372 0.2296697 394,45 ((2.14424286)/
(3.42283162))
8,445 2 ? 2. 3065
6161Vojno-Yasenetsky
/1971TY2
2.7857883 0.2313191 394,45 ((2.14138215)/
(3.43019460))
8,59 2 ? 2. 3127
150105/5062T-3 2.7688815 0.2184288 394,46 ((2.16407781)/
(3.37368530))
8790/1978VN9 2.6578421 0.0886272 394,48 ((2.42228494)
/(2.89339934))
1242Zambesia/1932HL 2.7357143 0.1896693 394,53 ((2.21683339)
/(3.25459531))
23,8 2 ? 2. 1580
476Hedwig/1901GQ 2.6512022 0.0725648 394,53 ((2.4588183)
/(2.8435862))
58,38 2 ? 1. 7541
1176Lucidor/1930VE 2.6923296 0.1428261 394,55 ((2.30779458)
/(3.07686459))
8,745 2 ? 1. 9912
6885Nitardy/9570PL 2.6473227 0.0609634 394,56 ((2.48593307)
/(2.80871245))
1,604 2 ? 1. 7161
25156Shkolnik/1998SL55 2.6404276 0.0328991 394,57 ((2.55355993)
/(2.72729535))
503Evelyn/1903LF 2.7224523 0.1765480 394,58 ((2.2418087)
/(3.2030959))
40,84 2 ? 2. 1102
3796Lene/1986XJ 2.6983484 0.1500089 394,58 ((2.29357202)
/(3.10312496))
9,615 2 ? 2. 0160
7294/1992LM 2.6592132 0.0901167 394,58 ((2.41957351)
/(2.89885305))
3,525 2 ? 1. 8115
10356Rudolfsteiner
/1993RQ4
2.6932436 0.1437383 394,58 ((2.30612136)
/(3.08036592))
4,067 2 ? 1. 9941
200252/1999VW153 2.6615762 0.0949091 394,58 ((2.40896821)
/(2.91418432))
25935/2001DG74 2.6759425 0.1196669 394,58 ((2.35572070)
/(2.99616447))
3,207 2 ? 1. 9110
114866/2003QU2 2.6852257 0.1327743 394,62 ((2.32869669)
/(3.04175483))
200277/1999XY217 2.7448258 0.1973011 394,64 ((2.20326867)
/(3.28638311))
9659/1996EJ 2.6592992 0.0893332 394,65 ((2.42173551)
/(2.89686302))
4,442 2 ? 1. 8082
200205/1999TC28 2.7058084 0.1582085 394,65 ((2.27772657)
/(3.13389041))
2,201 2 ? 2. 0441
150020/2005UQ402 2.6392608 0.0190746 394,68 ((2.58891792)
/(2.68960370))
200079/1138T-3 2.6956267 0.1458806 394,68 ((2.30238694)
/(3.08886649))
2,324 2 ? 2. 0006
200471/2000XW21 2.7131566 0.1660377 394,69 ((2.26267031)
/(3.16364293))
6473Winkler/1986GM 2.6842899 0.1306839 394,71 ((2.33349636)
/(3.03508348))
5,944 2 ? 1. 9476
25747/2000AH242 2.6854425 0.1318340 394,75 ((2.33140977)
/(3.03947540))
2,562 2 ? 1. 9511
5293Bentengahama
/1991BQ2
2.6701920 0.1081830 394,78 ((2.38132253)
/(2.95906152))
5,966 2 ? 1. 8701
8083Mayeda/1988VB 2.7920458 0.2340748 394,8 ((2.13849829)
/(3.44559342))
5,894 2 ? 2. 3190
6326Idamiyoshi/1991FJ1 2.6828358 0.1275556 394,82 ((2.34062497)
/(3.02504674))
3,428 2 ? 1. 9357
5132Maynard/1990ME 2.6739921 0.1138305 394,84 ((2.36961036)/
(2.97837400))
5,663 2 ? 1. 8887
668Dora/1908DO 2.7941824 0.2352431 394,87 ((2.1368703)
/(3.4514945))
13,42 2 ? 2. 3225
200273/1999XK187 2.7316895 0.1836629 394,87 ((2.22997933)
/(3.23339978))
114910/2003QA29 2.7894757 0.2317741 394,88 ((2.14294742)
/(3.43600406))
2,636 2 ? 2. 3093
150151/1996TY29 2.7941025 0.2351582 394,88 ((2.13704631)
/(3.45115870))
3372Bratijchuk/1976SP4 2.6939610 0.1419163 394,89 ((2.31164393)
/(3.07627809))
10,74 2 ? 1. 9846
2737Kotka/1938DU 2.7450432 0.1958363 394,9 ((2.20746414)
/(3.28262219))
6,383 2 ? 2. 1763
254090/2004JE26 2.6956197 0.1439733 394,9 ((2.30752225)/
(3.08371722))
480Hansa/1901GL 2.6452610 0.0455102 394,91 ((2.5248744)
/(2.7656476))
28,11 2 ? 1. 6635
9272Liseleje/1979KQ 2.6783672 0.1197942 394,93 ((2.35751441)
/(2.99922014))
3,622 2 ? 1. 9081
9996ANS/9070P-L 2.7954897 0.2358824 394,93 ((2.13608267)
/(3.45489686))
4,489 2 ? 2. 3242
520Franziska/1903MV 2,6724817 0.1102091 394,94 ((2.3779499)
/(3.3345064))
14,33 2 ? 1. 8754
Oceana/224 2.6450800 0.0431821 394,95 ((2.5308600)
/(2.7593000))
30,91 2 ? 1. 6557
6451Karnten/1991GP10 2.6461384 0.0479593 394,95 ((2.51923143)
/(2.77304544))
2,8 2 ? 1. 6710
470003/2006LK3 2.7855968 0.2285183 394,96 ((2.14903678)
/(3.42215681))
114920/2003QX38 2.8003973 0.2389809 395,01 ((2.13115565)
/(3.46963902))
2,424 2 ? 2. 3350
10648Plancius/4089P-L 2.7284491 0.1794269 395,03 ((2.23889196)
/(3.21800642))
9783Tensho-kan/1994YD1 2.6695611 0.1037165 395,06 ((2.39268342)
/(2.94643889))
2,666 2 ? 1. 8524
3047Goethe/6091PL 2.6430110 0.0276158 395,09 ((2.57002207)
/(2.71599998))
2,923 2 ? 1. 6056
9237/1997GY7 2.6790347 0.1189737 395,1 ((2.36029994)
/(2.99776955))
2,287 2 ? 1. 9036
10431Pottasch/4042P-L 2.7555155 0.2036107 395,13 ((2.19446300)
/(3.31656802))
1,555 2 ? 2. 2022
2095Parsifal/6036PL 2.6416667 0.0114152 395,14 ((2.61151151)/
(2.67182189))
4,606 2 ? 1. 5550
3472Upgren/1981EJ1 2.7256380 0.1757075 395,16 ((2.24672294)/
(3.20455304))
5,451 2 ? 2. 1009
25389/1999UJ9 2.6630576 0.0898685 395,17 ((2.42373248)/
(2.90238281))
1,661 2 ? 1. 8053
1084Tamariwa/1926CC 2.6885829 0.1321400 395,18 ((2.33331357)/
(3.04385229))
13,24 2 ? 1. 9479
1825Klare/1954QH 2.6774048 0.1148163 395,25 ((2.36999520)
/(2.98481454))
2819Ensor/1933UR 2.7574061 0.2044842 395,25 ((2.19356002)
/(3.32125216))
4,85 2 ? 2. 2040
380Fiducia/1894AR 2.6774680 0.1147709 395,27 ((2.3701726)
/(2.9847633))
36,59 2 ? 1. 8878
10394/1997SG1 2.6732873 0.1076375 395,28 ((2.38554116)
/(2.96103344))
3,311 2 ? 1. 8635
2185Guangdong/1965WO 2.7119877 0.1602298 395,29 ((2.27744629)
/(3.14652921))
7,421 2 ? 2. 0446
868Lova/1917BU 2.7027158 0.1493391 395,3 ((2.2990947)
/(3.1063369))
26,24 2 ? 2. 0063
28082/1998QF88 2.6851794 0.1260487 395,31 ((2.34671599)
/(3.02364284))
2,629 2 ? 1. 9257
25087Kaztaniguchi
/1998RK17
2.6519264 0.0590090 395,34 ((2.49543873)
/(2.80841417))
1,639 2 ? 1. 7030
1048Feodosia/1924TP 2.7328078 0.1812999 395,38 ((2.23735005)
/(3.22826565))
31,11 2 ? 2. 1186
6509Giovannipratesi
/1983CQ3
2.7972251 0.2348125 395,39 ((2.14040167)
/(3.45404871))
7,502 2 ? 2. 3148
23016Michaelroche
/1999VZ184
2.6449791 0.0272243 395,39 ((2.57297140)
/(2.71698681))
1,769 2 ? 1. 6019
25967/2001FF29 2.6966089 0.1409438 395,39 ((2.31653857)
/(3.07667937))
2,096 2 ? 1. 9762
5721/1984SO5 2.6838326 0.1232390 395,4 ((2.35307981)
/(3.01458556))
4,24 2 ? 1. 9153
2669Shostakovich/1976YQ2 2.7779645 0.2202658 395,41 ((2.16607391)
/(3.38985509))
8,234 2 ? 2. 2603
11126Dolecek/1996TC15 2.6979147 0.1423349 395,43 ((2.31390726)
/(3.08192219))
2,019 2 ? 1. 9807
7329Bettadotto/1985GK 2.6784144 0.1143279 395,45 ((2.37219691)
/(2.98463203))
3,712 2 ? 1. 8846
5196Bustelli/3102T-2 2.6974690 0.1413340 395,47 ((2.31622474)
/(3.07871338))
2,972 2 ? 1. 9767
4667Robbiesh/1986VC 2.6658712 0.0911333 395,5 ((2.42292136)
/(2.90882109))
3,441 2 ? 1. 8065
815Coppelia/1916YU 2.6592607 0.0760562 395,52 ((2.4570074)
/(2.8615139))
10,55 2 ? 1. 7567
21084/1991UV3 2.7249090 0.1721472 395,56 ((2.25582359)
/(3.19399459))
2,484 2 ? 2. 0840
28071/1998QC26 2.7043208 0.1489744 395,58 ((2.30144603)
/(3.10719571))
2,373 2 ? 2. 0022
7704Dellen/1992EB7 2.6549285 0.0630165 395,59 ((2.48762416)
/(2.82223300))
2,406 2 ? 1. 7137
8068Vishnureddy
/1981EQ28
2.7536184 0.1990969 395,61 ((2.20538142)
/(3.30185552))
2,615 2 ? 2. 1804
7592Takinemachi/1992WR3 2.6791140 0.1135918 395,62 ((2.37478865)
/(2.98343939))
200247/1999VJ130 2.7452753 0.1915230 395,62 ((2.21949197)
/(3.27105881))
254093/2004JU28 2.6992531 0.1422438 395,63 ((2.31530095)
/(3.08320535))
114670/2003FT44 2.6519136 0.0522807 395,64 ((2.51326967)
/(2.79055761))
4784Samcarin/1984DF1 2.6789410 0.1129680 395,65 ((2.37630640)
/(2.98157568))
2,997 2 ? 1. 8780
21090/1992DZ6 2.6962964 0.1382512 395,65 ((2.32353017)
/(3.06906278))
1,989 2 ? 1. 9643
100146/1993TQ15 2.6686475 0.0946238 395,65 ((2.41613000)
/(2.92116517))
2,33 2 ? 1. 8166
25300Andyromine
/1998WE23
2.7285733 0.1751753 395,66 ((2.25059464)
/(3.20655198))
2,007 2 ? 2. 0937
26095/1988PU 2.6989524 0.1411929 395,71 ((2.31787941)
/(3.08002542))
3,301 2 ? 1. 9739
688Melanie/1909HH 2.6978564 0.1395663 395,73 ((2.3213267)
/(3.0743863))
20,7 2 ? 1. 9681
485Genua/1902 HZ 2.7476967 0.1927764 395,77 ((2.2180058)
/(3.2773877))
31,94 2 ? 2. 1557
254081/2004JF3 2.7758062 0.2165086 395,79 ((2.17482004)
/(3.37679241))
21050Beck/1990TG2 2.7469074 0.1919042 395,8 ((2.21976433)
/(3.27405058))
1,748 2 ? 2. 1523
28067/1998QA14 2.6829682 0.1177698 395,8 ((2.36699542)
/(2.99894108))
2,704 2 ? 1. 8928
Glauke/288 2.7615525 0.2047043 395,81 ((2.1962509)
/(3.3268542))
16,11 2 ? 2. 1986
1730Marceline/1936UA 2.7846020 0.2231708 395,82 ((2.16316011)
/(3.40604398))
7,601 2 ? 2. 2664
10928Caprara/1998BW43 2.7823632 0.2213958 395,83 ((2.16635966)
/(3.39836684))
6,682 2 ? 2. 2597
821Fanny/1916ZC 2.7712356 0.2125430 395,84 ((2.1822288)
/(3.3602425))
150086/2006WW61 2.7440036 0.1889358 395,84 ((2.22556303)
/(3.26244434))
578Happelia/1905RZ 2.7494488 0.1937397 395,87 ((2.2167713)
/(3.2821262))
34,64 2 ? 2. 1581
200230/1999UE37 2.6520832 0.0469936 395,87 ((2.52745233)
/(2.77671422))
9537Nolan/1982BM 2.7020086 0.1435050 395,89 ((2.31425684)
/(3.08976040))
5,698 2 ? 1. 9801
8745Delaney/1998FO65 2.6510477 0.0417483 395,9 ((2.76172461)
/(2.76172461))
2,997 2 ? 1. 3904
25701Alexkeeler
/2000AE128
2.7156866 0.1596991 395,9 ((2.28199372)
/(3.14937963))
2,001 2 ? 2. 0365
5982Polykletus/4862T-1 2.7532992 0.1967096 395,95 ((2.21169888)
/(3.29489966))
3,681 2 ? 2. 1680
25923/2001DS29 2.6473623 0.0153377 395,95 ((2.60675778)
/(2.68796683))
2,058 2 ? 1. 5607
3534Sax/1936XA 2.7514708 0.1950402 395,96 ((2.21482336)
/(3.28811835))
4,505 2 ? 2. 1619
5545Makarov/1978VY14 2.6479448 0.0205771 395,96 ((2.59345760)
/(2.70243200))
3,071 2 ? 1. 5767
7564Gokumenon/1988CA 2.7636755 0.2055826 395,97 ((2.19551184)
/(3.33183925))
4,267 2 ? 2. 2001
8792/1978VH11 2.6702524 0.0935313 395,97 ((2.42050011)
/(2.92000475))
2,732 2 ? 1. 8101
1585Union/1947RG 2.9272844 0.3091083 396,07 ((2.02243643)
/(3.83213236))
27,64 2 ? 2. 5928
6036Weinberg/1988CV3 2.7573130 0.1993598 396,09 ((2.20761569)
/(3.30701047))
3,197 2 ? 2. 1760
4601Ludkewycz/1986LB 2.6753536 0.1014092 396,11 ((2.40404793)
/(2.94665933))
10495/1986RD 2.7922966 0.2274200 396,12 ((2.15727234)
/(3.42732104))
5,898 2 ? 2. 2788
114667/2003FQ37 2.7388751 0.1822357 396,12 ((2.23975432)
/(3.23799591))
25834Vechinski/2000EN19 2.6882368 0.1224330 396,13 ((2.35910773)
/(3.01736602))
2,291 2 ? 1. 9055
200542/2001FA8 2.6937134 0.1302653 396,14 ((2.34281601)
/(3.04461082))
1,738 2 ? 1. 9321
2598Merlin/1980RY 2.7802033 0.2176448 396,21 ((2.17510635)
/(3.38530034))
7,847 2 ? 2. 2416
23048Davidnelson
/1999XE29
2.6829883 0.1132638 396,22 ((2.37910288)
/(2.98687381))
1,732 2 ? 1. 8736
3445Pinson/1983FC 2.6895650 0.1233152 396,23 ((2.35790060)
/(3.02122942))
9,919 2 ? 1. 9075
10867Lima/1996NX4 2.6503129 0.0245112 396,24 ((2.58535054)
/(2.71527539))
4,605 2 ? 1. 5866
10200Quadri/1997NZ2 2.7231709 0.1653074 396,25 ((2.27301060)
/(3.17333137))
3,113 2 ? 2. 0526
200000/2007JT40 2.7110464 0.1515964 396,25 ((2.30006131)
/(3.12203151))
Garumna/180 2.7230588 0.1649430 396,28 ((2.27381962)
/(3.17220835))
487Venetia/1902JL 2.6699107 0.0886306 396,28 ((2.4332747)
/(2.9065466))
31,57 2 ? 1. 7911
7541Nieuwenhuis/4019T-3 2.6840781 0.1143461 396,28 ((2.37716422)
/(2.99099210))
2,93 2 ? 1. 8767
10837Yuyakekoyake
/1994EJ1
2.6621054 0.0701735 396,28 ((2.47529618)
/(2.84891473))
4,429 2 ? 1. 7308
C/1989R1 1.0 396,29 ((1.324502)/())
1231Auricula/1931TE2 2.6693561 0.0871153 396,3 ((2.43681446)
/(2.90189777))
9,356 2 ? 1. 7859
6086/1987VU 2.7249737 0.1668497 396,3 ((2.27031259)
/(3.17963485))
3,809 2 ? 2. 0575
1251Hedera/1933BE 2.7167266 0.1576154 396,32 ((2.28852867)
/(3.14492447))
6,619 2 ? 2. 0249
2681Ostrovskij/1975VF2 2.7483198 0.1897900 396,33 ((2.22671623)
/(3.26992348))
6,648 2 ? 2. 1389
7811Zhaojiuzhang/1982DT6 2.6776559 0.102950 396,33 ((2.40199120)
/(2.95332067))
3,634 2 ? 1. 8381
10471/1981EH20 2.7061883 0.145000 396,33 ((2.31379029)
/(3.09858646))
2251Tikhov/1977SU1 2.7095108 0.1489395 396,35 ((2.30595769)
/(3.11306399))
14,74 2 ? 1. 9944
5701Baltuck/1929VS 2.7525670 0.1935511 396,35 ((2.21980456)
/(3.28532946))
4,303 2 ? 2. 1522
200109/1995UF43 2.6639397 0.0730827 396,39 ((2.46925163)
/(2.85862777))
25043Fangxing/1998QQ42 2.6805690 0.1071561 396,4 ((2.39332950)
/(2.96780857))
2,45 2 ? 1. 8514
4701Milani/1986VW6 2.7033268 0.1403136 396,45 ((2.32401310)
/(3.08264050))
7,231 2 ? 1. 9635
9952/1991AK 2.6549875 0.0429851 396,45 ((2.54086256)
/(2.76911255))
3,67 2 ? 1. 6427
6702/1988BP3 2.6985807 0.1340155 396,45 ((2.33692890)
/(3.06023251))
5,404 2 ? 1. 9419
200041/2007RY216 2.7424293 0.1834605 396,45 ((2.23930180)
/(3.24555688))
114754/2003HX42 2.6650114 0.0745448 396,46 ((2.46634867)
/(2.86367419))
1098Hakone/1928RJ 2.6883486 0.1190324 396,47 ((2.36834812)
/(3.00834921))
13,34 2 ? 1. 8907
C/1984A1-Bradfield1 28.468004 0.9523152 396,47 ((1.35749048)
/(55.5785171))
708Raphaela/1911LJ 2.6705482 0.0868176 396,5 ((2.4386975)
/(2.9023989))
10,71 2 ? 1. 7832
10189Normanrockwell
/1996JK16
2.6719864 0.0895586 396,52 ((2.43268700)
/(2.91128585))
4,839 2 ? 1. 7920
25697Kadiyala/2000AA126 2.6605716 0.0613692 396,52 ((2.49729444)
/(2.82384882))
3572Leogoldberg/1954UJ2 2.7006912 0.1360220 396,54 ((2.33333785)
/(3.06804458))
4,624 2 ? 1. 9478
114958/2003QO60 2.7369438 0.1774968 396,54 ((2.25114492)
/(3.22274278))
21095/1992EG11 2.7164275 0.1553938 396,56 ((2.29431151)
/(3.13854360))
2,22 2 ? 2. 0147
7361Endres/1996DN1 2.6721358 0.0891329 396,57 ((2.43396046)
/(2.91031121))
2,601 2 ? 1. 7901
11060/1991RA13 2.7201540 0.1595240 396,57 ((2.28622410)
/(3.15408400))
114584/2003BF80 2.6534393 0.0309486 396,57 ((2.57131912)
/(2.73555958))
2023asaph/1952SA 2.8768822 0.2802351 396,58 ((2.07067866)
/(3.68308590))
9,839 2 ? 2. 4733
10802Masamifuruya
/1992UL6
2.7387996 0.1790754 396,58 ((2.24834784)
/(3.22925154))
2,39 2 ? 2. 0979
25522Roisen/1999XK103 2.6684157 0.0808807 396,58 ((2.45259226)
/(2.88423928))
1954Kukarkin/1952PH 2.9378599 0.3124200 396,6 ((2.02001363)
/(3.85570633))
6,829 2 ? 2. 5990
2186Keldysh/1973SQ4 2.6799291 0.1034524 396,62 ((2.40268394)
/(2.95717435))
6,395 2 ? 1. 8370
25733/2000AG194 2.6738663 0.0917849 396,63 ((2.42844566)
/(2.91928702))
2,454 2 ? 1. 7983
200282/1999YB5 2.7206533 0.1595551 396,64 ((2.28655900)
/(3.15474775))
600Musa/1906UM 2.6597314 0.0557529 396,65 ((2.5114437)
/(2.8080192))
12,45 2 ? 1. 6814
8401Assirelli/1994DA 2.6636992 0.0678702 396,65 ((2.48291343)
/(2.84448513))
4352Kyoto/1989UW1 2.7599887 0.1982422 396,66 ((2.21284245)
/(3.30713504))
5,805 2 ? 2. 1658
25482Tallapragada
/1999XM72
2.6567313 0.0437250 396,68 ((2.54056566)
/(2.77289698))
1,67 2 ? 1. 6430
3442Yashin/1978al 2.7051288 0.1405180 396,69 ((2.70512886)
/(3.58966029))
12,85 2 ? 1. 4492
7855Tagore/4092T-3 2.6752413 0.0937921 396,69 ((2.42432468)
/(2.92615801))
2,834 2 ? 1. 8044
114905/2003QX26 2.7360382 0.1755326 396,69 ((2.25577422)
/(3.21630219))
2 ?
4313Bouchet/1979HK1 2.6525730 0.0135694 396,75 ((2.61657908)
/(2.68856694))
9,471 2 ? 1. 5490
2992Vondel/2540PL 2.7477826 0.1866156 396,75 ((2.23500355)
/(3.26056174))
5,294 2 ? 2. 1230
3630Lubomır/1984QN 2.7687947 0.2051545 396,77 ((2.20076401)
/(3.33682544))
7,9 2 ? 2. 1896
21096/1992EZ11 2.7069346 0.1420951 396,78 ((2.32229227)
/(3.09157706))
3,683 2 ? 1. 9664
7987Walshkevin/1981EV22 2.7709493 0.2068311 396,79 ((2.19783073)
/(3.34406791))
4512Sinuhe/1939BM 2.7686362 0.2046851 396,83 ((2.20193752)
/(3.33533496))
5,384 2 ? 2. 1873
10220Pigott/1997UG7 2.6913447 0.1190923 396,91 ((2.37082618)
/(3.01186322))
2,275 2 ? 1. 8867
6717Antal/1990TU10 2.8123617 0.2376939 396,95 ((2.14388040)
/(3.48084317))
5,179 2 ? 2. 3073
254075/2004HC65 2.6597902 0.0487582 396,95 ((2.53010363)
/(2.78947682))
2 ?
4804Pasteur/1989XC1 2.6909160 0.1179476 396,96 ((2.37352879)
/(3.00830329))
7,714 2 ? 1. 8824
1683castafiore/1950SL 2.7384723 0.1759537 396,99 ((2.25662788)
/(3.22031669))
10,58 2 ? 2. 0825
200278/1999XZ218 2.6943388 0.1228135 396,99 ((2.36343739)
/(3.02524021))
747Winchester/1913QZ 3.0010978 0.3401870 397 ((1.9801633)
/(4.0220323))
85,86 2 2. 7046
11153/1997YB10 2.7722679 0.2065355 397,03 ((2.19969597)
/(3.34483992))
5,099 2 ? 2. 1917
1638Ruanda/1935JF 2.7515249 0.1882374 397,04 ((2.23358488)
/(3.26946499))
9,547 2 ? 2. 1257
100183/1994AA11 2.6865274 0.1098564 397,05 ((2.39139505)
/(2.98165979))

Art.0.0 — Catalogo generale, lista/elenco delle nuove famiglie di asteroidi e comete — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

Art.0– catalogo generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 0 (Rn < 1,6415 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.1.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 1.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3,283 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.1.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 1.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7,3868 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.1.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 1.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 10,054 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.2.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 2.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 13,132 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.2.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 2.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 16,620 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.2.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 2.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 20,519 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.2.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 2.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 24,828 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.3.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 3.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 29,547 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.3.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 3.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 34,677 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.3.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 3.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 40,217 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.3.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 3.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 46,167 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.4.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 4.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 52,528 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.4.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 4.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 59,299 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.4.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 4.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 66,481 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.4.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 4.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 74,073 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.5.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 5.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 82,075 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.5.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 5.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 90,488 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.5.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 5.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 99,311 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.5.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 5.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 108,54 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.6.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 6.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 118,19 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.6.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 6.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 128,24 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.6.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 6.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 138,71 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.6.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 6.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 149,58 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.7.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 7.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 149,58 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.7.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 7.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 172,56 ⋅10⁶ Km) — Antonio dirita

Art.7.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 7.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 184,67 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.7.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 7.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 197,19 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.8.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 8.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 210,11 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.8.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 8.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 223,45 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.8.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 8.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 244,28 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.8.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 8.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 251,35 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.9.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 9.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 265,92 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.9.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 9.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 280,90 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.9.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 9.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 296,29 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.9.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 9.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 312,09 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.0A– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.0a(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 328.30 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.0B– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.0b(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 328.30 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.0C– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.0c(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 328.30 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.25A– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.25a(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 344,92 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.25B– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.25b(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 344,92 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.25C– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.25c(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 344,92 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.50A– catalogo generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.50a(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 361,95 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.50B– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.50b(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 361,95 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.75A– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.75a(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 379,39 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.10.75B– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 10.75b(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 379,39 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.11.0A– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 11.0a(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 397,24 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.11.0B– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 11.0b(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 397,24 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.11.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 11.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 415,50 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.11.50– catalogo generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 11.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 434,18 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.11.75A– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 11.75a(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 453,26 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.12.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 12.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 472,75 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.12.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 12.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 492,66 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.12.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 12.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 512,97 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.12.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 12.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 533,69 ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.13.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 13.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 554,83 ⋅10⁶ ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.13.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 13.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 576,37 ⋅10⁶ ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.13.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 13.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 598,33 ⋅10⁶ ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.13.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 13.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 620,69 ⋅10⁶ ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.14.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 14.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 643,47 ⋅10⁶ ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.14.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 14.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 666,65 ⋅10⁶ ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.14.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 14.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 690,25 ⋅10⁶ ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.14.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 14.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 714,26 ⋅10⁶ ⋅10⁶ Km) — Antonio Dirita

Art.15.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 15.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 738,68 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.15.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 15.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 763,50 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.15.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 15.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 788,74 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.15.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 15.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 814,39 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.16.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 16.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 840,45 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.16.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 16.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 866,92 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.16.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 16.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 893,80 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.16.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 16.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 921,09 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 948,79 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 976,90 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1005,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1034,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1034,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 948,79 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 976,90 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1005,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.17.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 17.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1034,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.18.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 18.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1063,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.18.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 18.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1093,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.18.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 18.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1123,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.18.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 18.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1154,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.19.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 19.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1185,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.19.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 19.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1216,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.19.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 19.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1248,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.19.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 19.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1280,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.20.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 20.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1313,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.20.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 20.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1346,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.20.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 20.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1379,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.20.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 20.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1413,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.21.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 21.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1447,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.21.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 21.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1482,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.21.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 21.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1517,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.21.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 21.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1553,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.22.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 22.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1589,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.22.25– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 22.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1625,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.22.50– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 22.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1662,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.22.75– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 22.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1699,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.23.0– catalogo-lista generale delle famiglie di asteroidi e comete P = 23.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1736,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.23.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 23.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1774,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.23.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 23.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1813,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.23.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 23.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1851,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.24.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 24.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1891,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.24.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 24.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1930,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.24.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 24.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 1970,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.24.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 24.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2011,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.25.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 25.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2051,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.25.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 25.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2093,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.25.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 25.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2134,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.25.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 25.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2176,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.26.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 26.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2219,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.26.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 26.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2262,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.26.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 26.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2305,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.26.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 26.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2349,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.27.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 27.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2393,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.27.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 27.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2437,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.27.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 27.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2482,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.27.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 27.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2528,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.28.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 28.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2573,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.28.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 28.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2620,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.28.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 28.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2666,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.28.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 28.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2713,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.29.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 29.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2761,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.29.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 29.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2808,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.29.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 29.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2857,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.29.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 29.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2905,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.30.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 30.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 2954,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.30.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 30.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3004,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.30.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 30.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3054,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.30.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 30.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3104,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.31.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 31.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3155,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.31.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 31.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3206,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.31.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 31.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3257,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.31.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 31.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3309,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.32.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 32.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3361,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.32.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 32.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3414,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.32.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 32.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3467,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.32.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 32.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3521,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.33.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 33.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3575,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.33.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 33.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3629,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.33.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 33.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3684,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.33.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 33.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3739,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.34.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 34.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3795,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.34.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 34.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3851,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.34.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 34.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3907,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.34.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 34.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 3964,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.35.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 35.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4021,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.35.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 35.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4079,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.35.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 35.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4137,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.35.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 35.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4195,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.36.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 36.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4254,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.36.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 36.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4314,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.36.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 36.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4373,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.36.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 36.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4433,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.37.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 37.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4494,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.37.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 37.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4555,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.37.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 37.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4616,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.37.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 37.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4678,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.38.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 38.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4740,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.38.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 38.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4803,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.38.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 38.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4866,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.38.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 38.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4929,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.39.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 39.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 4993,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.39.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 39.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5057,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.39.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 39.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5122,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.39.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 39.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5187,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.40.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 40.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5252,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.40.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 40.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5318,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.40.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 40.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5384,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.40.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 40.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5451,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.41.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 41.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5518,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.41.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 41.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5586,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.41.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 41.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5654,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.41.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 41.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5722,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.42.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 42.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5791,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.42.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 42.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5860,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.42.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 42.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 5929,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.43.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 43.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6283,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.44.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 44.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6355,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.44.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 44.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6428,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.44.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 44.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6501,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.44.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 44.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6574,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.45.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 45.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6648,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.45.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 45.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6722,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.45.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 45.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6796,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.45.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 45.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6871,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.46.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 46.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 6946,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.46.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 46.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7022,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.46.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 46.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7098,7 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.46.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 46.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7175,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.47.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 47.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7252,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.47.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 47.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7329,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.47.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 47.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7407,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.47.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 47.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7485,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.48.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 48.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7564,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.48.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 48.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7643,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.48.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 48.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7722,4 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.48.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 48.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7802,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.49.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 49.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7882,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.49.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 49.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 7963,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.49.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 49.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8044,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.49.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 49.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8125,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.50.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 50.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8207,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.50.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 50.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8289,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.50.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 50.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8372,5 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.50.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 50.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8455,6 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.51.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 51.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8539,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.51.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 51.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8623,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.51.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 51.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8707,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.51.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 51.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8792,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.52.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 52.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8877,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.52.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 52.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 8962,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.52.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 52.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9048,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.52.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 52.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9135,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.53.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 53.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9221,9 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.53.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 53.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9309,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.53.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 53.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9396,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.53.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 53.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9484,8 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.54.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 54.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9573,2 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.54.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 54.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9662,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.54.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 54.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9751,3 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.54.75– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 54.75(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9841,0 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.55.0– catalogo generale, lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 55.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 9931,1 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.55.25– catalogo generale- lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 55.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 10021 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.59.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 59.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 11428 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.60.5– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 60.5(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 12017 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.63.25– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 63.25(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 13134 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.78.50– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 78.50(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 20231 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

Art.80.0– catalogo generale-lista delle famiglie di asteroidi e comete P = 80.0(Rn = R ⋅ (1 – e²) = 3,283 ⋅ 10⁶ Km · P² = 21011 ⋅10⁶ Km — Antonio Dirita

 

Art.17a — Perchè la materia ordinaria è neutra ? calcolo del momento angolare del Sole — Antonio Dirita

per approfondimenti      www.fisicauniversale.com/wp

La nostra esperienza quotidiana ci dice che la presenza dell’elettrone nella sfera d’azione del protone provoca nelle caratteristiche
dallo spazio fisico circostante cambiamenti radicali 
tali da dare origine a una drastica riduzione della capacità del sistema di generare
spazio rotante e quindi azioni a distanza. Si dice che la materia diventa neutra.

Vogliamo a questo punto capire qual’è il meccanismo attraverso il quale la materia arriva alla quasi totale inattività, senza
dover
fare ricorso alle cariche elettriche contrapposte, il cui significato discuteremo
in seguito.
Innanzitutto osserviamo che, essendo la forza impressa da uno spazio rotante a una massa data dalla relazione    
per poter dire che uno spazio fisico non è attivo su una massa  m ≠ 0 deve necessariamente risultare    K² = 0 .

Se si parte con una massa solare centrale che genera un valore dello spazio rotante :     KS² = VS²⋅ R ≠ 0

per giungere ad un valore  K² = 0 ,  fissato il punto dello spazio in cui si osserva, dunque con  R ≠ 0 , dovrà essere  KS² = 0 .
La soluzione più semplice e banale è quella di sovrapporre allo spazio rotante  KS2  uno esattamente uguale e di verso opposto ( ? ) ,
capace cioè di esercitare sui punti dello spazio circostante una forza repulsiva invece che attrattiva.

Noi però non conosciamo nulla in natura che abbia queste caratteristiche.

Se si descrive il sistema in termini di cariche elettriche, questo è equivalente ad aggiungere nel centro dello spazio rotante, ” esattamente
nel punto in cui si trova la massa solare iniziale “, una carica elettrica uguale ma di segno ? ” contrario, in modo che risulti, in tutto lo
spazio fisico circostante, K² = 0.
La nostra lunga esperienza mette in evidenza però che  la semplice aggiunta di un elettrone, periferico rispetto al protone centrale,
annulla praticamente 
la sua azione, benchè l’elettrone abbia una massa circa 2000 volte minore di quella del protone.
In queste condizioni, la soluzione proposta delle due cariche elettriche uguali e contrarie diventa più difficile da accettare.
Secondo le teorie correnti, lo spazio fisico circostante l’atomo di idrogeno avverte la presenza di una massa inerziale :

                                                                               mH = 1,67⋅10– 27 Kg

mentre la massa attiva non viene presa in considerazione.
Se si asporta l’elettrone periferico, cosa che si può facilmente realizzare con una minima spesa di energia, essendo trascurabile la massa
dell’elettrone asportato, rimane il protone libero con una massa inerziale praticamente invariata, 
mentre la sua massa attiva è
aumentata di molti ordini di grandezza. Infatti, la materia ordinaria capace di generare nello spazio la stessa azione ha il valore :

                                                                 mNP = αPHmP = 37,95575⋅10¹¹ Kg ,

corrispondente ad una sfera di idrogeno metallico avente il raggio dato dalla relazione :
               

Essendo lo spazio rotante generato da questa sfera uguale a quello del protone  KNP2 = KP², la sua azione su un elettrone
sarà indistinguibile da quella esercitata dal protone.
Se immaginiamo questa sfera compressa in un punto avente raggio dell’ordine di grandezza uguale a 10-11 m, la forza che esso
esercita sull’elettrone posto alla distanza  R11e  è uguale a quella esercitata dal protone.
A parte eventuali rilievi legati alle dimensioni, non abbiamo dunque alcun mezzo per poter distinguere la sfera ordinaria dal protone.

Gli effetti di questa improvvisa perturbazione dello spazio rotante circostante l’atomo di idrogeno iniziale non sono certamente trascurabili.
12
——————————————————————————————————————————————————————————————————
Dato che l’asportazione di elettroni dagli atomi è una pratica molto utilizzata in tutte le attività, non solo umane, è opportuno indagare
ulteriormente su questo aspetto, per capire in quale maniera si realizza “l’azione schermante degli elettroni” e quali
sono gli effetti ad essa connessi.

Rappresentiamo l’atomo di idrogeno, secondo la teoria degli spazi rotanti, come in figura 43.
figura 43
Se consideriamo un elemento spaziale posto nel punto   , in prossimità dell’orbita periferica sulla quale rivoluisce l’elettrone, la velocità
di rivoluzione che ad esso viene imposta vale :

       

dove si è posto per le particelle elementari            K2 = βe · m     .
Nell’  Art.11   abbiamo visto che, per la condizione di equilibrio, dovrà essere :         
e quindi, sostituendo, si ottiene